Spacca vicino agli alluvionati
e… vicinissimo a Pettinari

"Tassa sulla disgrazia", manifestazione con Craxi e Rota. Silenzi e Mobili rispondono a Capponi sull'ex Liceo di Civitanova. Marangoni replica a Bossi
- caricamento letture
Spacca03-300x199

Gian Mario Spacca in una recente visita a Morrovalle

di Gabriele Censi

La campagna elettorale di Antonio Pettinari prosegue, con il Governatore Spacca al fianco (leggi l’articolo),  sul tema dei danni agli alluvionati. Domani  (venerdì 6 maggio) alle 18,  in piazza Cesare Battisti, a Macerata, contro la “tassa sulla disgrazia”, ci saranno anche Bobo Craxi (Psi) e Ivan Rota (Idv). Intanto una delibera della Regione sblocca  le opere sugli alvei dei fiumi che  potranno svolgersi in convenzione tra Province e privati. Ieri a Sambucheto il Presidente della Regione ha avvisato i cittadini di Montecassiano:  “Se non arriveranno i  fondi nazionali ci vorranno sacrifici” ovvero nuove tasse. Il braccio di ferro con il governo prosegue, i danni subiti nelle Marche ammontano a circa 610 milioni di euro, e  “non può essere taciuta la disparità di trattamento rispetto a quanto disposto d’urgenza per il Veneto”. Governo chiamato in causa anche dal parlamentare del Pd Mario Cavallaro che sulle dichiarazioni dei giorni scorsi di Stefania Craxi a Civitanova (vedi l’articolo) chiede con una interrogazione al Presidente del Consiglio e al Ministro degli Esteri “se le parole del Sottosegretario di Stato siano un’iniziativa personale” o invece “siano frutto di indicazioni che provengono dal Governo” e “censurarne le infondate ed ingiuriose affermazioni”.

***

silenzi-pathos

Giulio Silenzi

di Laura Boccanera

 

<<Forse eccitato dalla presenza del “Trota” Capponi racconta balle sulla vicenda dell’ex liceo scientifico>>. Non tarda ad arrivare la replica di Giulio Silenzi alle parole del candidato del centrodestra Franco Capponi in merito a quanto detto in conferenza stampa ieri sull’area dell’ex liceo di Fontespina. <<Non è assolutamente vero che ci fu la decisione di vendere l’area nel 2006 tanto che non fu avviata nessuna procedura per la vendita in quanto ritenevo assurdo cementificare l’ultimo spazio disponibile di un quartiere cresciuto nel caos urbanistico – dice Silenzi –. Un anno prima delle elezioni infatti lo togliemmo dai beni che andavano dismessi e per quell’area avevamo pensato ad un centro di eccellenza per i giovani. E’ stato invece proprio Capponi che ha avviato la procedura di vendita, basta riprendere gli atti ufficiali. E’ incredibile, non può dimostrare quello che dice>>. In merito invece alla mossa di concedere gli spazi alla Caritas come manovra di speculazione elettorale Silenzi replica: <<è quanto di più meschino si possa sostenere perchè voglio ricordare a Capponi e al centrodestra che sono 12 anni che la sede della Caritas si dà come imminente e nulla ancora è stato fatto. La Caritas ha un grande merito sociale perchè era vergognoso che una città come Civitanova non garantisse un pasto caldo ai meno abbienti. E’ l’unica città delle Marche di queste dimensioni a non avere una mensa per i poveri per cui chi non riesce da 12 anni a sbloccare una situazione tale non può parlare di speculazione elettorale>>. E sulla questione interviene anche il sindaco Massimo Mobili dopo che ieri Capponi ha pungolato l’amministrazione chiedendo al Comune di scendere tra la gente per capire le esigenze di quel quartiere: <<la parte pubblica che Capponi ci darebbe in modo gratuito, va comunque ceduta – spiega il primo cittadino – con il Commissario provinciale siamo giunti ad un accordo e per quell’area è previsto un piano di iniziativa pubblica partecipata per cui Capponi non lo deve dire a me di andare tra la gente>>.

***

renzo-bossi-miramare-1-300x199

La visita di Renzo Bossi, ieri a Civitanova

Il candidato Presidente Enzo  Marangoni si esprime duramente sulla presenza dell’ex collega di partito Renzo Bossi nella politica italiana “è una chiara affermazione del familismo e del  nepotismo che vige all’interno della Lega Nord. Sono sdegnato dal fatto che una persona bocciata più volte alle scuole superiori  abbia ricevuto importanti  incarichi e guadagni circa 40mila euro al mese. Che modello diamo ai nostri figli – continua Marangoni –come spiegare loro l’importanza dello studio e della disciplina nella vita, se poi vincono il familismo e le raccomandazioni?”

Leggi l’articolo Renzo Bossi a Civitanova

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X