La doppietta di Carboni
stende il Camerino
Sorride il Matelica

LA PARTITA DELLA SETTIMANA IN PRIMA CATEGORIA
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Francesco-Fede-bomber-del-Matelica

Il bomber del Matelica Francesco Fede

di Enrico Scoppa

L’atteso derby dell’alto maceratese si è concluso con il successo del Matelica al termine dei novanta minuti nel corso dei quali il Camerino non è stato a guardare visto che per ben due volte si è visto respingere altrettante conclusioni dai legni della porta difesa da Suleymani che avrebbero potuto cambiare anche il corso della partita. Una vittoria firmata dalla doppietta di Carboni centrocampista in cerca di gloria visto che il bomber per destinazione, Farncesco Fede, sta osservando un rigoroso digiuno. Nelle ultime tre gare è rimasto all’asciutto. I tre punti conquistati nel derby regalano al Matelica un’inviabile posizione di classifica. La cronaca di novanta minuti giocati al meglio da parte delle due squadre. Dopo qualche minuto di studio, al 10’ Fede innesta Carboni il quale saggia le sue qualità balistiche impegnando in una parata a terra il portiere Simone Mosciatti. Il gol che schioda l’iniziale zero a zero arriva al 23’: Sparvoli prova la conclusione dalla distanza, la difesa ospite respinge in qualche modo, pallone che finisce dalle parti di Carboni il quale mette alle spalle del numero uno camerte. La reazione del  Camerino non si fa attendere. Poco dopo la mezz’ora, infatti, Bonifazi scuote i legni della porta matelicese: poteva scapparci la parità. La partita va avanti ma di occasioni vere e proprie non se ne registrano ne da una parte ne dall’altra. Brivido per la difesa di casa al 70’ quando Gabriele Mosciatti mette Di Modica nella condizione di battere a rete, il portiere Suleymani spinge il pallone in angolo. Matelica vicino al raddoppio al 36’: Zaccagnini con un bel tiro manda il pallone ad incocciare la treversa. Subisce fallo Bonifazi, 85′, calcio di punizione affidato a Fabio Cervelli, il bomber spedisce il cuoio ad incocciare la traversa della porta del Matelica: Suleymani è salvo. Il raddoppio della squadra di casa arriva a due minuti dal termine quando Fede smista a Carboni un pallone d’oro che il centrocampista matelicense nelle vesti di bomber per un giorno mette alle spalle di Simone Mosciatti chiudendo defintivamente la partita.

il tabellino:

MATELICA: Suleymani, Orlando, Sparvoli, Carboni, Rossi, Palombi, Dolce (66’ Zaccagnini), Vanità (70’ Adili), Fede, Ruggeri, Buldorini (80’ Magnatti). All.: Francesco Palombi.

CAMERINO: Simone Mosciatti, Innamorati, Cristian Cervelli, Gabriele Mosciatti, Sciapichetti, Grasselli, Scocchi (82’ Giannangeli), Tiburzi (27’ Rossini), Carradori (61’ Di Modica), Bonifazi, Fabio Cervelli. All.: Stefano Cervelli.

ARBITRO: Biagini di Pesaro.

RETI:  23’ e 88’ Carboni.

NOTE – Spettatori 150 circa. Ammoniti: Sparvoli, Buldorini, Grasselli, Bonifazi. Angoli: 4-1. Tempi di recupero: 3’+3’



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X