Marcucci: “L’amministrazione Capponi
ha subito fronteggiato
l’emergenza rifiuti”

- caricamento letture
marcucci-conferenza1-200x300

Umberto Marcucci

Da Umberto Marcucci, già presidente del Consiglio provinciale:

La questione dei rifiuti sarà parte integrante anche della prossima campagna elettorale e,  poichè periodicamente si accusa il decaduto Presidente Capponi di essere il responsabile della situazione della nostra provincia, è opportuno ribadire alcuni concetti.

Dopo poche settimane dall’insediamento, l’amministrazione Capponi sì è trovata davanti all’emergenza rifiuti. Responsabilmente e con fare decisamente diverso rispetto a quanto fatto nei 5 anni precedenti, ha subito attivato un deciso confronto con tutti i comuni, mettendo intorno ad un tavolo i sindaci di quei comuni previsti nel piano provinciale quali  sedi di discariche (Cingoli, Treia, Camerino, Mogliano e San Severino) e il COSMARI,  proponendo loro un accordo per scongiurare future crisi ad ogni chiusura di sito. Senza alcuna intesa, il Cosmari ha proseguito l’iter autorizzativo per la realizzazione della discarica a Cingoli e tale iter dovrebbe vedere a breve la conclusione.  Questi sono  fatti documentati, ci sono atti e delibere  Quindi il quadro descritto evidenzia che la situazione ereditata era di piena emergenza dato che un progetto di discarica per veder la luce necessita almeno di due anni tra iter burocratico e lavori. Questa è stata  la programmazione lasciata in eredità  a Capponi dalla provincia targata Pd e altri a guida Silenzi.

E’ vero, i tempi si sono  leggermente allungati  a causa dei ricorsi, legittimi,  presentati dal Comune e dai cittadini di Cingoli ed è opportuno ringraziare l’amministrazione Capponi  che nel settembre 2009 ha trovato un’intesa con la Provincia e il Comune di Fermo per un utilizzo temporaneo della discarica di quel comune, evitando anche l’infrazione comunitaria. Ora  Capponi non presiede piu’ la Provincia di Macerata dal 21 Giugno 2010 e se il Cosmari (dove siedono Sindaci responsabili di Centrodestra e di Sinistra) avesse avuto qualche altra soluzione avrebbe anche potuto cambiare il sito, immaginate però con quanti costi aggiuntivi, centinaia di migliaia di Euro. Certamente, in questo scenario, non puo’ essere chiamato a rispondere per la situazione il Presidente della Provincia in carica per 11 mesi o i sindaci dei Comuni virtuosi della nostra provincia ma chi ha portato avanti negli anni precedenti, una politica non di confronto ma di sfida al COSMARI e alle sue scelte.

Accordo serio tra tutti i comuni per incrementare la raccolta differenziata,  per individuare con precisione da subito i nuovi siti in appoggio al Cosmari, tempi certi di durata degli abbancamenti e conseguente gestione post mortem. Su questa linea ci si dovrà muovere , in attesa di chiarezza da parte della regione in merito all’autorità d’ambito, per evitare il ripetersi della situazione ereditata dopo 5 anni di amministrazione provinciale di Silenzi” .

Umberto Marcucci

decaduto Presidente del Consiglio Provinciale



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X