No ai parenti
nelle società partecipate
Un boccone amaro per il Pd

CONSIGLIO COMUNALE - L'opposizione: "Questa maggioranza è spaccata"
- caricamento letture

V4D9848-235x200

di Alessandra Pierini

Seconda giornata di lavoro per il Consiglio Comunale di Macerata. Assente anche Gilda Coacci per la quale l’ emendamento che,  accolto ieri, esclude  dalle partecipate coniugi e parenti fino al primo grado, vuol dire che suo marito Vittorio Zazzaretta non sarà più Presidente di Macerata Cultura. La questione delle partecipate, insomma, pur definita ieri sera, è ancora calda e discordanti sono le opinioni dei consiglieri in proposito. “Abbiamo proposto noi  – ci dice Michele Lattanzi (Pdci) – l’emendamento e credo che sia giusto. Non c’è una normativa in proposito ma è da parte nostra un dovere di trasparenza e correttezza. Si fa una proposta tranquilla tanto che è stata votata anche dall’opposizione. Tra l’altro non capisco il voto del Sindaco che ha sbandierato per tutta la campagna elettorale lo slogan del ricambio, ora questo principio va applicato e deve essere valido per tutti. Il voto contrario del Sindaco è un voto contro la stessa filosofia che lo ha portato alla vittoria.”

consiglio-comunale-partecipate2-300x200

Michele Lattanzi (Pdci) durante un intervento

Preoccupato per il futuro della città Riccardo Sacchi: “Mi sembra evidente il dato politico, dopo un mese di governo c’è divisione e mancanza di coesione. Se i comunisti propongono due emendamenti col chiaro intento di far male a qualcuno della maggioranza e se questi passano anche col non voto del Pd qualcosa vorrà dire. E adesso il quadro della maggioranza quale sarà? Le nomine erano la sala di compensazione degli esclusi dagli assessorati. Mi domando poi cosa accadrà sulle questioni importanti, immagino che la spaccatura sarà ancora più netta.”
Dello stesso avviso Fabio Massimo Conti (Lista Conti): “La  maggioranza si è spaccata su una questione morale. Già il fatto di emendare in questo modo fa pensare che si voglia colpire qualche parente e affine. Esprimo grande soddisfazione per questo vincolo che, fosse per me, poteva essere esteso fino al 2° o 3° grado. Negli ultimi anni etica e morale si sono perse e questo mi sembra un ottimo segnale.”

giuliano-meschini

Giuliano Meschini (Idv), entrato in Consiglio dopo la nomina ad assessore di Ubaldo Urbani

Narciso Ricotta (Pd) riconduce la questione sul piano formale: “E’ più un problema di forma che di sostanza – ci dice – il Sindaco è stato coerente nella scelta della Giunta e non credo che si smentirà sulle partecipate. La questione è capire se è il caso di inserire questo principio in una delibera che si poneva l’obiettivo di dare le linee generali. Anche chi ha votato contro non lo ha fatto perchè non vuole il rinnovamento ma perchè non voleva questo principio tra le linee generali.”
Il Sindaco Romano Carancini il cui volto ieri sera traspariva un certo disappunto arriva quasi al termine della seduta. “Ho votato contro una delibera che mi sembrava equilibrata così come era stata proposta. L’emendamento ci sembrava una eccessiva rigidità rispetto al passato. Accetto in maniera serena, rispetto la posizione del consiglio ma penso che andasse rispettata anche la mia. Il dato è che è stata votata in maniera trasversale.” Come previsto dalla legge, neanche consiglieri e assessori potranno avere incarichi nelle partecipate che sarebbero in conflitto di interesse con i loro ruoli pubblici.

consiglio-comunale-partecipate1-300x197

L'intervento di Narciso Ricotta (Pd)

I consiglieri, nel corso del pomeriggio, hanno poi approvato all’unanimità  la variante dei piani di zona di Collevario, Piediripa e Sforzacosta  da utilizzare per la realizzazione di attrezzature a servizio di impianti sportivi e per l’esercizio del tempo libero con particolare soddisfazione espressa  dei consiglieri Claudio Carbonari (Pdl) e Fabio Massimo Conti (Lista Conti), il Piano di Recupero di Borgo San Giuliano. L’assessore Blunno è arrivato in ritardo per la morte improvvisa del suocero ma ha voluto comunque essere in Consiglio per presentare il rendiconto della gestione 2009, le variazioni al Bilancio 2010  e le variazioni al Bilancio di Previsione 2010 dell’Istituzione Macerata Cultura. Le delibere sono state approvate.

Foto di Guido Picchio

consiglio-comunale-partecipate

L'intervento di Fabio Massimo Conti (Lista Conti)

consiglio-comunale-partecipate3-300x197

Francesca D'Alessandro e Fabrizio Nascimbeni (Macerata è nel cuore)

consigliocomunalepartecipate6-300x212

L'intervento dell'assessore Luciano Pantanetti



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =