Sabbatini e la sua Cingolana:
“Sono convinto, ci salveremo”

Eccellenza - Il mister parla della classifica: "Bugiarda"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Sabbatini

di Andrea Busiello

Con il pari nel recupero contro il Real Metauro si chiude il 2009 in casa Cingolana. Un anno in chiaroscuro per la truppa di mister Sabbatini che si trova immischiata nelle zone paludose della graduatoria e che si aspetta un 2010 decisamente migliore sotto il profilo dei risultati. Analizzando l’anno che è passato e concentrandoci sul 2010 abbiamo ascoltato il mister della Cingolana Sandro Sabbatini (nella foto) che ha espresso il suo giudizio in merito.

Mister Sabbatini, partiamo dalla gara di recupero. Pareggio giusto?

“Non credo. Noi abbiamo disputato un’ottima gara e credo proprio che avremmo meritato la vittoria ma il campo ha emesso un verdetto diverso e ce lo teniamo. La cosa importante è che la squadra sta crescendo e i miglioramenti sono notevoli e questo mi lascia ben sperare per il proseguo della stagione”.

Avete chiuso il girone di andata a quota 19: bottino esiguo?

“Si, direi proprio di si. Io non credo che la Cingolana meriti questa classifica. Nel girone di andata abbiamo sbagliato al massimo due partite ma la classifica è questa e dobbiamo rimboccarci le maniche per migliorarla, con la speranza che la buona sorte sia dalla nostra parte per il 2010”.

Il rischio di questo campionato è che possano retrocedere addirittura 6 squadre. Quante possibilità di salvezza da alla sua Cingolana?

“Io sono convinto che la Cingolana si salverà. So che non sarà facile perchè la concorrenza è agguerrita e tutti vogliono rimanere nel torneo d’Eccellenza ma noi abbiamo tutte le carte in regola per ottenere tale risultato”.

Nel mercato di dicembre avete inserito una pedina importante come Bonsignore: come s’è integrato con il gruppo il ragazzo?

“Alla grande. Lui è un giocatore che conosceva già la società, l’ambiente e me quindi non ha avuto alcun problema ad inserirsi nel gruppo e lo testimoniano anche i suoi gol già messi a segno”.

La prima gara del nuovo anno, nel giorno dell’Epifania, vi metterà subito di fronte una diretta rivale: il Tolentino. Che sfida si aspetta?

“Una sfida salvezza, lo impone la classifica. Troveremo di fronte a noi una squadra completamente rivoluzionata rispetto al girone di andata. Il Tolentino ha acquistato diversi giocatori nel mercato di dicembre e sarà sicuramente durissima giocare contro di loro ora ma noi vogliamo assolutamente cominciare con il piglio giusto il girone di ritorno”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X