I resti della strada romana alle Vergini
La Soprintendenza chiede verifiche
Affidati due incarichi professionali

MACERATA - Determine assunte dal Comune dopo l'arrivo del parere, un appello era stato lanciato di recente dall'assessore all'Urbanistica Silvano Iommi

- caricamento letture
strada-romana-vergini-4-650x520

I resti rinvenuti nello scavo nel quartiere Vergini

Il recente appello dell’assessore comunale all’Urbanistica Silvano Iommi e i resti di una strada romana sembrano aver suscitato l’interesse della Soprintendenza che il 26 gennaio scorso ha inoltrato il parere al Comune con il quale si prescrive la sorveglianza archeologica anche per lo scavo di splateamento. Le ruspe tornano dunque in azione alle Vergini, altro fronte “caldo” per l’amministrazione comunale impegnata nel realizzare un articolato programma di edilizia scolastica che prevede tra l’altro un intervento nel rione maceratese delle Vergini.

resti-strada-romana-vergini

I resti della strada romana rinvenuti a due passi dal cantiere del nuovo polo scolastico

Mesi fa, durante i lavori, erano emersi resti di una strada lastricata di origine romana, cosa che aveva provocato diversi interventi anche all’interno della giunta Parcaroli. Da una parte quelli che considerano la realizzazione dell’opera prioritaria e dall’altra parte quanti vorrebbero approfondire quanto finora venuto alla luce. Per ora sono stati assegnati due incarichi professionali per le verifiche archeologiche del caso per un importo complessivo di circa trentamila euro. Nel dettaglio si tratta dell’estensione di un incarico che era già stato dato all’archeologo umbro David Lanzi (integrato con 2745 euro) e di un nuovo incarico da 28mila euro alla cooperativa Archeolab.

L’assessore all’Urbanistca Silvano Iommi aveva detto: «Forse è meglio che l’area venga attentamente riesaminata nel suo valore archeologico, storico-testimoniale e ambientale prima di alterare definitivamente l’unico spazio verde rimasto che qualifica e può dare un carattere veramente innovativo e identificativo al nuobo quartiere delle Vergini». Ora si torna a verificare il rilievo archeologico della zona interessata dal cantiere per la scuola.

(L. Pat.)

Nuova scuola alle Vergini, via ai lavori. Iommi: «Area da riesaminare prima di alterarla definitivamente»

Striscioni contro la nuova scuola alle Vergini «Vogliamo un bosco, non un ecomostro»

Dagli scavi spunta una strada romana La scoperta durante i lavori per la nuova scuola alle Vergini



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X