«Accrediti solo ai consiglieri di maggioranza
Tolti a noi dell’opposizione
per assistere a quattro spettacoli al Rossini»

CIVITANOVA - Con una mail i consiglieri di minoranza sono stati informati che per loro non c'erano pass. «A questo punto si metta un freno alla valanga di gratuità». Pronta un'interrogazione. L'Azienda Tdc: «Pochi posti, abbiamo pensato a una turnazione partendo dalla maggioranza»

- caricamento letture
serata-teatri-civitanova-3-650x433

Il teatro Rossini

di Laura Boccanera

«E’ una disparità di trattamento che certifica la mancanza di rispetto del sindaco e del cda dei TdC, a questo punto necessario cancellare tutte le gratuità». Succede a Civitanova dove questa mattina i consiglieri di minoranza sono stati destinatari di una mail dell’azienda Teatri di Civitanova che li informava che per alcuni spettacoli fuori abbonamento non sarebbe stato possibile richiedere l’accredito gratuito.

conferenza-opposizione-micucci-civitanova-FDM-2-325x216

Francesco Micucci – capogruppo Pd

Prassi dell’azienda infatti fino ad ora era quella di riservare ai consiglieri tutti di maggioranza ed opposizione, che volessero partecipare come spettatori, un ingresso gratuito a teatro. Stavolta invece per gli eventi organizzati dall’agenzia Ventidieci ( concerto della Pfm, Zecchino d’oro show, Francesco Cicchella e Pierpaolo Spollon) che non ha permesso il rilascio di così tante gratuità, il numero di ticket omaggio sono limitati e l’azienda ha scritto ai soli consiglieri di minoranza per informarli che sono stati bloccati alcuni posti, ma che «A differenza degli altri spettacoli, purtroppo le gratuità sono limitate e quindi non c’è possibilità di posti omaggio per i consiglieri di minoranza. Però, poiché per questi spettacoli i biglietti stanno terminando (la Pfm ad esempio è già sold out), qualora vogliate partecipare a uno o più di questi spettacoli vi comunichiamo che abbiamo bloccato alcuni posti a pagamento tra la tredicesima e la quindicesima fila che potete acquistare».

La stessa mail non è stata ricevuta dai consiglieri di maggioranza e i consiglieri della minoranza gridano allo scandalo, non tanto per il mancato “privilegio” quanto per la disparità di trattamento fra medesimi rappresentanti eletti dalla cittadinanza: «i Teatri di Civitanova certificano “nero su bianco” il senso delle istituzioni e la mancanza di rispetto per esse – dicono Francesco Micucci, Mirella Paglialunga, Elisabetta Giorgini, Letizia Murri, Piero Gismondi, Lidia Iezzi e Yuri Rosati – Non è ovviamente la gratuità dei biglietti non concessa alla minoranza che fa restare basiti, quanto il trattamento diverso tra soggetti eletti tutti dalla popolazione civitanovese per svolgere tutti lo stesso ruolo: rappresentare appunto i cittadini. E nella rappresentanza non ci possono essere due categorie: serie A e serie B. Questa disparità di trattamento mina le basi democratiche del Consiglio comunale. La logica che sta dietro le gratuità concesse dovrebbe essere quella della rappresentanza delle istituzioni in determinati contesti e per determinati eventi: non può essere certo quella del “favoritismo” o del “privilegio” concesso al governante di turno. Per questo siamo stati sempre contrari all’eccesso di gratuità concesso in passato dal Cda del Rossini ed abbiamo utilizzato raramente questa opportunità data ai consiglieri comunali. Ma mai si era certificata questa disparità istituzionale tra maggioranza e minoranza: uno strabismo che non può essere perdonato».

E la minoranza ora chiede trasparenza e taglio di tutti i privilegi: «a questo punto allora chiediamo formalmente che siano cancellate tutte le gratuità previste dal Rossini ad assessori e consiglieri. Venga concessa l’entrata gratuita e riservata solamente al sindaco, al presidente del consiglio ed al presidente del Cda dei Teatri o ai loro delegati e finisca una volta per tutte l’eccesso di gratuità fornite a man bassa in maggioranza. Noi consiglieri di minoranza faremo come sempre fatto finora: quando vorremo andare a teatro compreremo il nostro biglietto. Presenteremo a stretto giro di posta una interrogazione per capire come è possibile accettare da parte sua questo senso distorto della democrazia».

teatri-di-civitanova-stagione-2023-maria-luce-centioni-FDM-4-325x216

Maria Luce Centioni presidente Azienda Teatri di Civitanova

L’azienda Teatri, interpellata per una verifica sui fatti fa sapere attraverso l’ufficio stampa che per gli spettacoli elencati nella mail sono stati emessi pochi biglietti gratuiti e che non erano sufficienti per tutti i rappresentanti del consiglio comunale, tanto che è stato adottato un criterio di rotazione anche fra gli stessi consiglieri e assessori che hanno ricevuto l’accredito. «Il nostro Cda ha sempre lavorato cercando di accreditare amministrazione e più in generale il Consiglio comunale, nell’ottica di dare a tutta l’assise il diritto e il dovere di seguire la nostra proposta culturale – fa sapere con una nota la presidente Maria Luce Centioni – abbiamo cercato di operare con equilibrio. Ora, nell’ambito del nostro cartellone invernale, ci siamo appoggiati ad alcune produzioni e nello specifico una di queste che promuoverà nei prossimi mesi al Rossini quattro spettacoli ci ha concesso disponibilità molto limitate di accrediti per il nostro ente. Che non ricoprono nell’interezza il totale dei consiglieri comunali. Abbiamo pensato che tali accrediti, guardando al consiglio comunale, possano essere dati in turnazione, partendo da gruppi di consiglieri di maggioranza e cambiando i loro nomi di volta in volta. Non ci sono accrediti neanche per tutti loro. Ma non è certo nostra intenzione fare disparità con i consiglieri di minoranza e con i consiglieri della maggioranza che non riceveranno gli accrediti nel dato spettacolo, tanto che abbiamo riservato a tutti dei posti in biglietteria, purtroppo senza accredito. La scelta, non dipesa dalla nostra volontà, ricade solo per quattro delle oltre trenta serate inserite in cartellone, perché la nostra intenzione è quella di aprire le porte a tutti».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X