Vigili del fuoco in festa per Santa Barbara
«Oltre 6.700 interventi in un anno
il dissesto idrogeologico fa paura» (Foto)

MACERATA - Celebrata questa mattina la patrona del corpo con la tradizionale cerimonia. Il comandante provinciale Mauro Caprarelli ha snocciolato i dati più significativi relativi all'anno in corso: crescono i dissesti statici (+31,11%), i danni d’acqua (+73,89%), gli alberi pericolanti (+38,41%), «segno di una situazione di vulnerabilità del territorio a seguito di eventi naturali sempre più imprevedibili». Consegnati i diplomi di lodevole servizio e le croci di anzianità al personale dei vigili

- caricamento letture
Santa-Barbara_FF-20-650x434

Le premiazioni durante la cerimonia di questa mattina

di Mauro Giustozzi (foto Fabio Falcioni)

Interventi per domare gli incendi che diminuiscono nel 2023 ma crescono i soccorsi in casi di alluvioni, dissesti idrogeologici, alberi caduti che indicano come le condizioni meteo-climatiche che cambiano siano la vera criticità con cui fare i conti oggi e in futuro. Stamattina, come da tradizione di ogni 4 dicembre, il comando provinciale dei vigili del fuoco di Macerata ha celebrato la ricorrenza di Santa Barbara, patrona del corpo nazionale.

Iacobone_Mc-Court_Parcaroli_Leonardi_Santa-Barbara_FF-7-325x217La celebrazione è partita dalla caserma dei vigili in viale Indipendenza dove il comandante Mauro Caprarelli ha accolto il nuovo prefetto Isabella Fusiello, col dispiegamento della bandiera italiana a cui è seguito un minuto di silenzio in memoria dei caduti dei vigili del fuoco con la deposizione della corona alla stele commemorativa interna alla sede. Subito dopo la cerimonia si è spostata nella chiesa di Santa Croce dove il vescovo di Macerata Nazzareno Marconi ha celebrato la santa messa alla quale hanno partecipato autorità politiche, civili e militari tra cui il sindaco di Macerata Sandro Parcaroli, la senatrice Elena Leonardi, il vice presidente della Provincia Luca Buldorini, il procuratore della Repubblica Giovanni Narbone, il rettore di Unimc John McCourt oltre a tutti i vertici delle forze dell’ordine, esponenti di Croce Rossa e Croce Verde, tanti vigili del fuoco in servizio ma anche molti in pensione che non sono voluti però mancare a questo annuale appuntamento molto sentito dal Corpo. Il vescovo Marconi ha ricordato nella sua omelia come «nei confronti dei vigili del fuoco c’è tanta fiducia da parte dei cittadini perché il loro lavoro porta il bene alla comunità intera, anche per il lato umano oltre che professionale col quale sempre agiscono nelle situazioni di necessità e criticità in cui vengono chiamati ad operare. Conosco tanti vigili del fuoco e li ho sempre visti avere un’attenzione ed una sensibilità derivanti da alti valori umani che li contraddistingue da sempre».

Falco_Santa-Barbara_FF-11-325x217E’ stato il vicecomandante provinciale Marco Mattiacci a leggere i saluti che sono arrivati dal capo dipartimento e dal capo del corpo nazionale dei Vigili del fuoco prima dell’intervento del comandante provinciale Mauro Caprarelli che ha fornito anche i dati più significativi dell’attività svolta nell’anno che si sta per chiudere. Gli interventi di soccorso sono stati 6.731, così ripartiti: 505 per incendio, 187 per incendio vegetazione, 118 per dissesti statici,315 per soccorso a persona, 482 per incidenti stradali, 153 per danni d’acqua, 1650 per aperture porta, 159 per ascensore bloccato, 609 per alberi pericolanti, 1070 per bonifiche insetti, 129 per fughe di gas, 1.354 interventi di soccorso in genere.

Antonello-Ruffini_Santa-Barbara_FF-14-325x217«C’è stato un incremento significativo rispetto l’anno precedente, di alcune tipologie – ha sottolineato Caprarelli – quali i dissesti statici (+31,11%), i danni d’acqua (+73,89%), gli alberi pericolanti (+38,41%), che evidenziano purtroppo la situazione di vulnerabilità del territorio a seguito di eventi naturali sempre più imprevedibili non solo in provincia ma in tutta l’Italia. Per queste severe situazioni emergenziali i Vigili del fuoco di Macerata sono stati impegnati anche fuori provincia e in particolare nelle regioni Emilia Romagna, Friuli, Calabria e Toscana per alluvioni e dissesti idrogeologici particolarmente rilevanti. Fortunatamente altre tipologie di interventi sono in diminuzione quali, gli incendi normali (-12,48%) e gli incendi di vegetazione (-31,50%); non a caso, grazie al lavoro quotidiano dei Vigili del fuoco, ma anche per la maggior consapevolezza nell’assunzione di comportamenti corretti e responsabili da parte della cittadinanza, l’Italia ha il più basso indice di mortalità causata da incendi tra la popolazione nell’Unione Europea».  Il comandante ha poi ricordato anche il tanto lavoro svolto nell’ambito della prevenzione incendi dove sono state espletate complessivamente 1.155 pratiche, relative a 116 valutazione progetti, 573 Scia antincendi, 728 rinnovi di atti autorizzativi, 32 visite tecniche ispettive a cui si aggiungono oltre a 47 procedimenti di polizia giudiziaria, 64 tra commissioni provinciali e comunali di vigilanza locali di pubblico spettacolo e 347 servizi di vigilanza antincendio.

Caprarelli_Santa-Barbara_FF-13-325x217«Della dedizione al servizio – ha concluso Caprarelli – ne abbiamo visto ora un esempio concreto in Lucia Soldini, primo vigile del fuoco permanente donna del comando della provincia di Macerata, madre di due figli e in attesa del terzo che ha voluto fermamente rimanere in servizio, seppur con mansioni di sala operativa, fino all’ultimo giorno del tempo di gravidanza oltre il quale poter partorire: ci siamo quasi. Sarai una mamma bravissima». Al termine della funzione religiosa, il comandante provinciale ha consegnato i diplomi di lodevole servizio e le croci di anzianità al personale dei vigili. Queste le benemerenze consegnate ai vigili del fuoco di Macerata al termine della messa. Diploma lodevole servizio: Antonello Ruffini (caporeparto), Giovanni Sacchetti (caposquadra), Dante Mariucci (caposquadra). Croce di anzianità: Andrea Belloni (coordinatore), Giacomo Andrenelli (vigile volontario), Valentina Canuti (vigile volontario). Analoghe manifestazioni celebrative si sono tenute anche nelle sedi dei vigili del fuoco provinciali, nei distaccamenti permanenti di Camerino, Civitanova, Tolentino e al distaccamento volontario di Apiro.

 

Dante-Mariucci_Santa-Barbara_FF-16-650x434

Giacomo-Andrenelli_Santa-Barbara_FF-18-650x434

Giovanni-Sacchetti_Santa-Barbara_FF-15-650x434

Santa-Barbara_FF-1-650x434

Santa-Barbara_FF-2-650x434

Santa-Barbara_FF-3-650x434

Santa-Barbara_FF-4-650x434

Santa-Barbara_FF-5-650x434

Santa-Barbara_FF-9-650x434

Santa-Barbara_FF-12-650x434

Valentina-Canuti_Santa-Barbara_FF-19-650x434

Battello di soccorso per i vigili del fuoco, lo porta in dote Santa Barbara (Foto)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X