Cinque litri d’olio
venduti all’asta a 860 euro

SAN SEVERINO - Le 20 piccole bottiglie di un blend locale di raggiola, orbetana e ascolana se le sono contese due imprenditori a suon di rilanci

- caricamento letture
la-sala-dove-si-e-svolta-lasta

L’asta

di Monia Orazi

A pochi passi dalla torre degli Smeducci di San Severino si è svolta la vendita all’asta di una ventina lotti di olio extravergine tracciato, certificato con etichette del panel test e autenticato da Giulio Scatolini presidente dei gruppi Panel italiani. Di fronte ad una platea di interessati acquirenti o semplici curiosi, al ristorante Due Torri, è stata assegnata solo una parte dei lotti posti in vendita.

un-momento-dellastaIn un’annata avara di soddisfazioni, gli acquirenti hanno privilegiato solo le poche produzioni di eccellenza presenti in sala, trascurando le altre. Sono andati alle stelle alcuni lotti, in particolare le 20 bottiglie da 0,250 litri di un blend locale di raggiola, orbetana e ascolana molito al frantoio di Fattobene Nunzio per il quale a suon di spettacolari rialzi tra due facoltosi imprenditori, se l’è aggiudicato il bergamasco Marco Titta per ben 860 euro. 

Della-Valle-e-Scatolini

i-lotti-ciascuno-da-20-bottigliette-488x650

il-martelletto-del-banditore



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X