«Atti di violenza e furti a Recanati
sono molto inferiori rispetto
a quelli in altre località»

IL BILANCIO della riunione fra i vertici dell'amministrazione comunale, il luogotenente Silvio Mascia, comandante della stazione carabinieri e il sottotenente Cristian Mucci, comandante del Norm della Compagnia di Civitanova, per fare il punto sulla situazione sulla sicurezza nel territorio
- caricamento letture
recanati

I partecipanti all’incontro

Il sindaco Antonio Bravi, il vice sindaco Mirco Scorcelli, l’avvocato Cesare Micheli, delegato alla sicurezza per il Comune di Recanati e la comandante della Polizia locale di Recanati Gabriella Luconi hanno incontrato il luogotenente Silvio Mascia, comandante della stazione carabinieri di Recanati e il sottotenente Cristian Mucci, comandante del Norm della Compagnia carabinieri di Civitanova per fare il punto sulla situazione della sicurezza nel comune.

«Nell’incontro, voluto e richiesto al sindaco dall’avvocato Micheli, in adempimento dell’incarico ricevuto, si è preso atto che la situazione nel territorio di Recanati si deve considerare buona, atti di violenza e furti sono molto inferiori rispetto a quelli che si verificano in altre località, l’episodio dell’accoltellamento avvenuto in estate può essere considerato un caso sporadico e del tutto imprevedibile, questo ovviamente non significa sottovalutare la situazione o abbassare il livello di guardia – si legge in una nota del Comune – . Alcuni problemi si sono riscontrati nelle aree del centro storico per schiamazzi e trambusti specialmente nel fine settimana ma si tratta di casi limitati, che si riferiscono a zone ben precise e note per la presenza di una considerevole concentrazione di giovani».

Prosegue la nota: «Altra questione all’ordine del giorno sono state le segnalazione di danni di modesta entità ma diffusi presso parchi e luoghi pubblici. La situazione è sotto il monitoraggio delle forze dell’ordine e per cercare di risolvere questa problematica si sta valutando l’ipotesi di intervenire anche attraverso educatori di strada che possano coinvolgere i giovani, capire il loro disagio ed aiutarli e supportarli. Si è parlato anche della possibilità di ampliare il sistema della videosorveglianza integrandolo con le telecamere già istallate al fine di consentire un maggior controllo. Carabinieri e Polizia Locale hanno confermato che è necessaria una stretta collaborazione tra il loro personale al fine di garantire un monitoraggio completo e dettagliato su tutto il territorio. Si è poi verificato che l’organico del personale della polizia locale, essendo stato rafforzato, è più adeguato in relazione alla popolazione anche in riferimento ai numeri del personale impiegato negli altri comuni del territorio.

Infine è stata affrontata la questione delle truffe on line soprattutto a danno delle persone anziane non abituate all’uso di strumenti informatici ma non solo, un fenomeno in forte crescita a livello globale e per questo la soluzione più opportuna sembra quella di avviare incontri con esperti del settore che possano aiutare le persone a capire e identificare più facilmente le possibili minacce che purtroppo sono in costante evoluzione quindi anche difficili da individuare».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X