Una nuova centrale idroelettrica
e 122 impianti fotovoltaici:
il Comune punta sulla comunità energetica

TOLENTINO - Dopo due mesi di lavoro degli uffici comunali in sinergia con l'Assm l'ente parteciperà al bando destinato a fornire energia, inizialmente, a 400 utenze
- caricamento letture
mauro-sclavi-e1663767463791-650x495

Mauro Sclavi

 

Bando per realizzare sistemi centralizzati di produzione e distribuzione intelligente di energia da fonti rinnovabili, il comune di Tolentino partecipa al bando dedicato agli enti locali colpiti dal sisma del 2016. Obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di creare una comunità energetica all’interno del proprio territorio, coinvolgendo enti pubblici, privati, aziende e associazioni, con lo scopo di promuovere l’aggregazione degli stessi in un nuovo soggetto giuridico che avrà lo scopo primario di realizzare nuovi impianti in grado di produrre localmente energia pulita da fonti rinnovabili, volti a soddisfare il fabbisogno energetico dei partecipanti, con l’obiettivo di tendere all’autosufficienza.

A questo scopo sono stati pubblicati tre diversi avvisi, rivolti a quanti fossero interessati a partecipare alla costituenda Cer: producer, prosumer e consumer. «In risposta sono pervenute ben 70 manifestazioni di interesse tra cui quella della Provincia di Macerata, dell’Unione montana dei Monti Azzurri e dell’Asp Civica assistenza Tolentino» dice il Comune. Nei giorni scorsi ha preso forma il “Progetto Cer Tolentino”, elaborato in stretta collaborazione con Assm, per la partecipazione al bando. «La nuova progettazione prevede la realizzazione di 122 nuovi impianti fotovoltaici (117 comunali e 5 della Provincia) e di una centrale idroelettrica (comunale) con i quali si intende prioritariamente soddisfare i consumi di circa 400 utenze, in gran parte nella titolarità del comune di Tolentino, oltre che della Provincia di Macerata, delle associazioni sportive e di tutti coloro che hanno aderito all’iniziativa, per un fabbisogno energetico complessivo di quasi 6 milioni di Kwh». In considerazione del fatto che i consumi presi in esame per oltre il 40% si verificano di notte, è stata prevista all’interno del progetto anche l’installazione di 30 sistemi di accumulo di energia elettrica che dovranno contribuire a soddisfare i consumi insieme alla nuova centrale idroelettrica da realizzarsi in zona Sticchi.  È stata inoltre prevista anche l’istallazione di 8 colonnine per la ricarica di veicoli elettrici. «L’installazione dei nuovi impianti fotovoltaici interesserà prioritariamente i tetti degli edifici pubblici, tra cui le scuole e gli impianti sportivi, ma vedrà coinvolti anche 51 immobili privati» dice il Comune. È prevista anche la realizzazione di pensiline fotovoltaiche in corrispondenza delle fermate degli autobus e dei parcheggi, compresi i parcheggi Filzi, Matteotti e Foro Boario. Inoltre sono previsti 3 impianti fotovoltaici a terra, da realizzarsi sempre su terreni di proprietà comunale attualmente non utilizzati.

alessia-pupo-2-650x488

Alessia Pupo

Il progetto è stato partorito dopo un lavoro durato più di due mesi. Sono stati coinvolti Comune, Assm e in particolare il vicesindaco Alessia Pupo ed il consigliere delegato Giordano Tasselli, il segretario generale Benedetto Perroni, l’Ufficio lavori pubblici, l’Ufficio segreteria, l’Ufficio gare e contratti e per laAssm, il direttore generale Sandro Meschini ed i suoi diretti collaboratori.

Il Comune ha voluto ringraziare l’associazione Legambiente ed il circolo Il Pettirosso «per l’attiva partecipazione e per la preziosa attività di sensibilizzazione svolta mediante la promozione di una serie di incontri volti a favorire la conoscenza dei vari aspetti dell’iniziativa e dei benefici ambientali e sociali legati alle comunità energetiche».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X