Civitanovese verso i playoff,
un nuovo derby all’Helvia Recina?

MATITA ROSSOBLU - Gli uomini di Vagnoni, se la Maceratese non vincerà il campionato ma resterà seconda, potrebbero sfidare il Monturano Campiglione in semifinale e sperare in una finale degli spareggi contro i biancorossi
- caricamento letture

 

Civitanovese

Una formazione della Civitanovese

di Aldo Caporaletti

Nel girone B della Promozione, a tre turni dal termine, si avvicina l’ora dei verdetti. Si stilano tabellini (Spadoni, che non è tecnico della Civitanovese ma ds, ha preventivato 10 punti in quattro gare) con lo sguardo ai confronti restanti. In verità, l’unico dubbio riguarda la vittoria del torneo: se la Rata degli “Inarrestabili” (come l’ha ribattezzata il collega Scattolini), salita sull’ottovolante, riuscirà a prendere la capolista Chiesanuova, che la precede di quattro punti.

civitanovese-futura-96-vagnogni-FDM-2-325x217

Mister Vagnoni

Per il resto, è dato per scontato che i playoff si giocheranno a tre squadre, non a quattro (i cugini biancorossi avrebbero il vantaggio di saltare il primo turno), considerato il grave ritardo dalle tre squadre che si contendevano l’ultima piazza playoff. Nell’ultima giornata solo la Futura 96 è uscita vincitrice. nel derby con la Palmense. Perciò è ipotizzabile per la Civitanovese un primo turno esterno col Monturano e, superatolo, il derby di rivincita (più pesante) all’Helvia Recina. Civitanovese che ha espugnato il terreno del Castignano, confinato all’ultimo posto playout dal rigenerato Portorecanati (3-0 al Monturano), di cui la squadra di Vagnoni sarà ospite nell’ultima giornata. Perciò i rossoblu dovranno risolvere la pratica playoff nelle due prossime gare consecutive al Polisportivo, tenendo nel mirino il Monturano (attualmente avanti di sei punti). Saranno ospiti: Monticelli e Monterubbianese, il primo tranquillo a centro classifica, la seconda fuori dai playoff.

WhatsApp-Image-2022-05-08-at-18.36.471-325x217

Un’esultanza dei rossoblu

Col Castignano la Civitanovese è dovuta ricorrere alla pretattica. Fonti vicine al ds Spadoni avevano riferito delle assenze di Balloni (che ha giocato l’intero match) e Cordoba (che ha segnato appena entrato ad inizio ripresa). I ragazzi di Vittori hanno concluso il primo tempo avanti, rete del recuperato Papa Ndiour (al nono centro stagionale), dimenticato in area da Mariani, schierato al posto dello squalificato Alessandroni (assente anche Perfetti). Per i piceni out Vannicola e Ferrari. Mister Vagnoni come spesso accade trova l’assetto vincente nella ripresa, ma stavolta “getta il bambino con l’acqua sporca”. Ci riferiamo alla sostituzione di Russo (sorpresa tra i tifosi locali) con Di Benedetto. L’esterno rossoblu aveva messo in grossa difficoltà l’esperto difensore (al rientro) Angelini. L’ingresso progressivo della “batteria d’attacco” – la Civitanovese ha giocato gli ultimi venti minuti con quattro punte – ha sortito effetto, tanto che Cordoba e Carissimi hanno realizzato. Nonostante l’esito finale la trasferta di Castignano non è stata una passeggiata: i biancorossi locali dopo la rete di Chornopyshchuk hanno avuto un’occasione colossale per pareggiare. L’azione è stata da “comiche di Ridolini”: il portiere Monti esce improvvidamente al limite dell’area, si scontra con il compagno Mariani, la palla arriva alla punta Ndiour che, a porta vuota, spara alto. Perciò rossoblu concentrati fino alla fine, per evitare che il patron Profili prenda provvedimenti.

Civitanovese, un tris da playoff: Cordoba, Chornopyshchuk e Carissimi ribaltano il Castignano



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =