A 35 anni ritrova la sua vita
e scrive il libro che sognava
«E’ Mission Impossible in chiave femminile»

STORIA - "Apri gli occhi" è l'opera di esordio di Alessandra Torquati di Corridonia. Incontro con l'autrice sabato 21 maggio alla Mondadori all'interno del centro commerciale Corridomnia
- caricamento letture
alessandra_torquati-1-325x400

Alessandra Torquati

La passione per la lettura fin dalle medie, poi la voglia di inseguire la propria felicità e le proprie aspirazioni. Così Alessandra Torquati, 44 anni di Corridonia, ha scritto il libro che teneva nel cassetto dei sogni. E’ in libreria “Apri gli occhi” pubblicato da Robin Edizioni. «La mia idea, nel progettare questo racconto, è stata quella di creare la versione femminile di un Ethan Hunt di Mission Impossible, o di un James Bond».

Un po’ eroina, come ognuno di noi nella vita quotidiana, lo è anche lei: «Per 35 anni ho rincorso la discutibile utopia di conquistare l’approvazione di coloro che mi circondano, poi ho capito che in quel percorso non mi riconoscevo più e ho scelto di inseguire la mia felicità e i miei sogni rivoluzionando gli elementi principali della mia esistenza». Oggi vive a Corridonia nella famiglia amorevole che ha sempre sognato di avere e ogni giorno, anche nelle difficoltà, è grata per quello che ha. «Il mio percorso di studi – racconta – comprende il Liceo scientifico e l’università di Giurisprudenza, ma in realtà credo che la mia formazione ai fini della scrittura si sia affinata grazie alla grandissima passione per la lettura maturata a scuola e poi proseguita senza interruzioni fino ad oggi.»
«A livello lavorativo – continua – posso aggiungere che per troppi anni ho lasciato i miei sogni chiusi in un cassetto: ho lavorato in una officina di famiglia e attualmente mi occupo con mio marito di un’azienda agricola della quale sono socia. Sarò sempre positivamente legata all’attività che per anni ho svolto tra pneumatici e motori perché è lì che ho trovato il vero amore della mia vita: la persona che più di ogni altra mi apprezza davvero per come sono e mi supporta in quello che faccio. Come pure rimarranno indelebili i ricordi di tutti quei clienti che col sorriso mi hanno dato fiducia e con i quali si era instaurata una bella amicizia. Però diventare una scrittrice, che sia per hobby o per lavoro, è un’altra cosa: è come comparare, per un appassionato di calcio, il guardare una buona partita oppure assistere da bordo campo il match decisivo della propria squadra del cuore o della nazionale. Perché la vita è bella quando sai trovarle un senso a prescindere da quello che fai, ma è spettacolare nel momento in cui senti di riuscire ad esprimere a pieno i tuoi talenti, quello per il quale sembri essere fatta apposta.
Come in parte anticipato, sono poi felicemente sposata con Marco e ho due splendide figlie: Sofia, 6 anni e Sara, quasi 15 anni; quest’ultima ha letto il libro e ne è rimasta davvero entusiasta».
In questo contesto, Alessandra Torquati ha ideato una trama avvincente e ha elaborato i suoi personaggi. La trama: il corpo di un uomo viene ritrovato nel Mar del Giappone. Con ogni probabilità si tratta di Jason, papà amorevole di Jennifer, una ragazza adolescente di New York, e marito premuroso di Hilary. Pochi oggetti trovati addosso al cadavere e alcuni avvenimenti misteriosi sconvolgono la vita newyorkese delle due donne. La storia della famiglia Lee si intreccia con la spregiudicata politica internazionale del leader della Corea del Nord e dei servizi segreti americani. L’unione familiare è messa a dura prova ma l’amore guiderà le scelte delle due donne, alla ricerca di una verità che si rivelerà ben presto difficile e pericolosa. La storia si sviluppa con diversi colpi di scena: non mancano l’azione, ma anche i sentimenti. «Anche se il racconto è inventato – spiega l’autrice – le informazioni riportate sulle attività missilistiche e nucleari della Corea del Nord sono vere, frutto di una ricerca fatta per aumentare la consapevolezza in chi legge dei reali problemi che esistono legati a questo territorio».

Gli amanti e le amanti della lettura che volessero incontrare personalmente Alessandra Torquati potranno farlo sabato 21 maggio dalle 9,30 alla libreria Mondadori nel centro commerciale Corridomnia: «Sarà per me un piacere conoscere e ringraziare ogni persona che gradirà di incontrarmi».

(Articolo promoredazionale)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =