Lampione in mezzo alla ciclabile
diventa virale tra sfottò e polemiche
«Un inconveniente, è stato rimosso»

CIVITANOVA - Ha fatto il giro dei social il palo della luce lasciato sulla nuova pista di fronte al supermercato Sì con te, dove una volta sorgeva l'ex liceo scientifico. Oltre alle prese in giro, anche le critiche da diversi esponenti politici, compreso Bucosse della Lega. La spiegazione del sindaco Ciarapica
- caricamento letture
palo-pista-ciclabile-e1647623288604-650x532

Il palo lasciato in mezzo alla ciclabile

di Laura Boccanera

Un palo della luce conficcato nel bel mezzo della nuova pista ciclabile sulla Statale, di fronte al nuovo supermercato Sì con te, dove una volta sorgeva l’ex liceo scientifico. E’ questa l’immagine che in poche ore è diventata virale e che sta facendo il giro dei social a Civitanova. E che è stato subito rimosso dopo gli sfottò e le prese in giro.

bucosse

Il post del leghista Sergio Bucosse

Una vicenda che rischia anche di diventare politica tanto che a segnalare via social l’accaduto è proprio il “fuoco amico” della Lega con Sergio Bucosse che posta la foto e chiede: «Come si fa a lasciare un palo della luce elettrica pubblica in mezzo ad una pista ciclabile, a chi competeva lo spostamento? Adesso che vogliamo fare, inaugurare con taglio del nastro questo scempio? Il bello che, come vedete, la luce pubblica è in prossimità della curva, mettete la segnaletica, curva con Palo nella carreggiata».

L’intervento viene ripreso anche da alcuni consiglieri comunali come Mirella Franco che chiede: «Scusate, ho bisogno di capire. Ma è normale posizionare un palo della luce nel bel mezzo di una pista ciclabile? Per chi non l’avesse riconosciuto è il nuovo che avanza a livello urbanistico e viario a Fontespina nord, zona ex liceo scientifico. Qualche tecnico vada a controllare, sarebbe da ridere se non fosse da piangere».

Si accoda anche il capogruppo del Pd Giulio Silenzi che pungola l’assessore Ermanno Carassai: «Ermanno Carassai, detto il professore, da 40 anni assessore ai lavori pubblici. E’ stata conferita una laurea honoris causa non solo per i marciapiedi storti in via Duca degli Abruzzi e  per le rotatorie invisibili, peccato non abbia dettoo di studiare alla ditta che ha lasciato il palo nel mezzo di una nuova ciclabile».

Insomma lo sfottò corre sui social, ma a spiegare quanto accaduto è il sindaco Fabrizio Ciarapica: «C’è stato un ritardo che ha causato l’inconveniente, ma oggi è stato rimosso – spiega Ciarapica – Comunque quella non è una pista ciclabile in funzione, il cantiere è ancora operativo pertanto non è fruibile e quindi non era pericoloso. C’è stato un ritardo nell’allaccio dell’impianto elettrico e per non lasciare al buio quel tratto di statale si è mantenuto il lampione. Poi è avvenuto che la ditta che effettua i lavori per la viabilità ha comunque fatto la gettata per la pista ciclabile»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 1
Elezioni =