Crisi Lube, è fuori dalla Supercoppa:
Monza vince (3-1) a Civitanova

VOLLEY - Seconda sconfitta consecutiva all'Eurosuole Forum (in oltre 2800 sugli spalti) per i ragazzi di Blengini che escono a sorpresa in semifinale. I brianzoli hanno dominato sia al servizio che a muro (22 punti diretti). Incontenibile Dzavoronok, Juantorena l'ultimo ad arrendersi
- caricamento letture

 

Lube-tifosi

I tifosi della Lube

 

di Mauro Giustozzi

Delusione Lube. Monza si impone nella semifinale ed esclude Civitanova dalla finale di Supercoppa.

Lube-semifinale-coppa-16-325x217Resta tabù l’Eurosuole Forum quest’anno per i cucinieri, che inanellano la seconda sconfitta consecutiva dopo quella in Superlega contro Piacenza. Vero Volley che ha condotto la sfida, eccezion fatta nel terzo set quando i biancorossi hanno avuto un’impennata di orgoglio riuscendo però solamente ad allungare la sfida e non a recuperarla. Monza che si è sorretta su un Grozer monumentale, ben coadiuvato da Dzavoronok e dall’ordinata regia di Orduna. Nel complesso più continua in tutti i fondamentali la squadra di Eccheli che approda con merito alla finalissima in programma domani alle 16 contro la vincente della sfida tra Perugia e Trento.

Lube-semifinale-coppa-12-325x215Lube che ritrova i tifosi ma non la vittoria in casa. E se contro Piacenza una settimana fa il ko era arrivato solo al tie break, stasera la sconfitta è stata ancor più netta in quanto Monza ha dominato sia al servizio che a muro dove ha piazzato 22 punti diretti complessivi contro i 12 dei cucinieri che sono riusciti a restare a galla grazie alle percentuali in attacco simili tra le due squadra. Ma i brianzoli hanno avuto un Grozer formato gigante, top scorer della sfida e autori di 3 ace e 3 muri pesantissimi, ma anche l’apporto di Dzavoronok e soprattutto di Davyskiba ben orchestrati dalla regia di Orduna hanno creato tanti problemi ad una Lube nella quale Simon ((64% in attacco con 4 muri) e Lucarelli (miglior attaccante col 72% ed efficace al servizio con anche 2 ace) hanno cercato di tenere botta agli avversari invano. In difficoltà Juantorena bersagliatissimo in ricezione dal servizio avversario. Monza che ha ceduto sotto il ritorno di Civitanova nel terzo set, ma ha condotto tutti gli altri parziali davanti ed alla fine si è conquistata con merito la finalissima di Supercoppa.

Lube-semifinale-coppa-8-325x213Prima del via osservato un minuto di silenzio in memoria della giovane pallavolista afgana Mahjabin Hakimi recentemente uccisa nel suo Paese. In tribuna si accomoda anche il grande ex nonché allenatore della Nazionale campione d’Europa Fefè De Giorgi mentre sulle gradinate c’è l’infortunato Ivan Zaytsev con tutta la famiglia ad osservare da fuori i suoi compagni che andranno presto in difficoltà. La curva dei Predators espone lo striscione ‘Per quanta strada c’è da fare amerai il finale’ per incoraggiare i propri beniamini. Squadre al completo, Civitanova recupera Yant che va in panchina brianzoli con l’organico tipo. Avvio di gara giocata punto a punto. Un muro di Galassi e l’attacco di Dzavoronok timbrano il primo mini break di Monza (7-9). Ancora un muro vincente del Vero Volley allunga il vantaggio della squadra di Eccheli: Lube che fatica al servizio e trova pochi spunti vincenti anche in attacco.

Lube-semifinale-coppa-13-325x216Così l’inerzia della sfida è nelle mani dei monzesi che con l’attacco di Davyskiba se ne vanno sul 12-16 costringendo Blengini a chiamare il primo tot. A risvegliare Civitanova arriva così il servizio di capitan Juantorena che mette in difficoltà la ricezione ospite, con Simon che si fa sentire a muro (2 blocchi vincenti) per il 18-18. Non basta perché Monza c crede e grazie ai suoi attaccanti piazza il break di tre punti (19-22) che lancia la volata per il finale di set. Ospiti che guadagnano due palle set e la chiudono alla prima occasione su errore in attacco di Garcia. Combattutissimo anche l’inizio del secondo con il Vero Volley però sempre avanti (5-7): un ace di Davyskiba su Juantorena e il muro di Grozer scavano il 6-10 per i brianzoli. Serve un’immediata reazione dei biancorossi per non uscire dal parziale e Blengini ci prova chiamando i suoi al time out.

Lube-semifinale-coppa-5-325x214Fatica in ricezione Civitanova con Juantorena bersagliatissimo che commette troppo errori ed allora tocca a Kovar rilevarlo. Dall’altra parte della rete c’è un Grozer, onnipresente a muro, che firma il punto del 7-13. Lube anche eccessivamente fallosa che continua a subire il servizio ed il muro (4 vincenti) avversario: allora dentro Sottile per De Cecco per provare a risollevare una situazione complicatissima. Monza che va sul velluto con un vantaggio così ampio che consente una navigazione tranquilla verso il 2-0. Ora Civitanova è proprio spalle al muro: o vince il set oppure chiude qui la sua Supercoppa. Un attacco out di Grozer permette alla Lube di andare avanti con un break per la prima volta in questa gara (6-4): il vantaggio si allunga grazie al servizio di Lucarelli che lancia i cucinieri sul 10-4. Parziale che si incanala nella metà campo marchigiana, col Vero Volley che in questo set cala e subisce il ritorno degli avversari finalmente più concentrati e ficcanti in tutti i fondamentali. Nonostante il positivo turno di battuta di Orduna che riporta sotto i suoi (18-15) Civitanova mantiene calma e freddezza nel portare a casa il parziale che allunga la sfida. Juantorena, Lucarelli e Grozer subito grandi protagonisti in avvio del quarto ma è il servizio di Dzavoronok con due ace ad indirizzare il match (3-5). Due muri di Galassi fanno male a Civitanova che scivola sotto 6-9: Dzavoronok ed un errore di Simon allungano il vantaggio ospite sul 14-19. Vero Volley che sente profumo di finale di Supercoppa, capitan Juantorena è l’ultimo ad arrendersi provando ad accorciare il divario ma i brianzoli vanno a conquistarsi cinque palle match e chiudono alla seconda con l’incontenibile Dzavoronok che completa così la sua straordinaria partita.

CIVITANOVA – MONZA 1-3 (22-25, 16-25, 25-21, 20-25)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Anzani 7, De Cecco 2, Juantorena 10, Simon 13, Garcia 11, Lucarelli 15; Balaso (L), Kovar 2, Marchisio, Sottile 1. NE.: Diamantini, Jeroncic (L), Penna, Yant. All. Blengini.
VERO VOLLEY MONZA: Davyskiba 16, Galassi 10, Grozer 21, Dzavoronok 18, Grozdanov 9, Orduna; Federici (L), Beretta, Karyagin, Calligaro, Galliani. NE.: Comparoni, Mitrasinovic, Gaggini (L). All. Eccheli.
ARBITRI: Goitre e Lot.
NOTE: Spettatori 2382,  incasso di 37.672,00 euro. Durata set: 29’, 24’, 30’, 28 totale 111’. Lube: battute sbagliate 14, vincenti 5, muri 7, errori 22. Vero Volley: bs. 15, v. 11, m. 11, e. 22.

Lube-semifinale-coppa-2-650x433

Lube-semifinale-coppa-17-650x433

Lube-semifinale-coppa-1-650x433

Lube-semifinale-coppa-15-650x433

Lube-semifinale-coppa-9-650x432

 

Lube-semifinale-coppa-6-650x433

 

Lube-semifinale-coppa-4-650x433

Lube-semifinale-coppa-3-650x433

Lube-semifinale-coppa

Lube-semifinale-coppa-14-650x431

 

Lube-semifinale-coppa-11-650x432

Lube-semifinale-coppa-10-650x429

 

La Lube ritrova i tifosi, ma Piacenza vince al tie break (Foto)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X