Mattei-La Pieve senza passare dalla Via:
«Disco verde dal ministero»

MACERATA - Esaminata tutta la documentazione presentata, non serve la Valutazione di impatto ambientale. Il presidente della Provincia Pettinari: «I passaggi successivi per definire la partenza dei lavori si possono riassumere nella preparazione del decreto da parte degli uffici da portare poi alla firma del ministro competente»
- caricamento letture
mattei-la-pieve

Il tracciato della Mattei-La Pieve

 

di Mauro Giustozzi

Non c’è bisogno della Valutazione di impatto ambientale, cosiddetta Via, per il tratto via Mattei-la Pieve dell’intervalliva tanto attesa a Macerata. Dopo circa 300 giorni dal deposito da parte della Quadrilatero Marche-Umbria Spa al ministero dell’Ambiente della documentazione per la verifica per l’assoggettabilità a Via dell’opera strategica ‘Asse Viario Marche-Umbria e quadrilatero di penetrazione’ è giunta questa decisione che rappresenta un piccolo passo in avanti per il complesso iter che dovrebbe portare alla realizzazione di un’opera in grado di togliere dall’isolamento Macerata. È evidente che se la decisione fosse stata contraria, cioè il dover affrontare la Valutazione di impatto ambientale della bretella, l’iter sarebbe andato incontro ad ulteriori rallentamenti con tempi ancora più incerti degli attuali per poter vedere aprirsi i cantieri dei lavori. La vicenda era stata a suo tempo piuttosto controversa in quanto come si ricorderà il primo tratto dell’intervalliva, quello che dallo svincolo che sarà realizzato nel comune di Corridonia, a Campogiano, e collegherà con la Pieve ebbene aveva avuto l’ok ambientale dalla Regione Marche (la cosiddetta Valutazione di impatto ambientale o Via). Gli enti interessati all’opera avevano previsto che anche il secondo tratto, una strada di poco meno di due chilometri, costo 9 milioni di euro, attesa da anni, avrebbe dovuto avere lo stesso iter a livello di Regione Marche ed invece è dovuto passare direttamente al vaglio del Ministero dell’Ambiente.

Pettinari

Antonio Pettinari

Ad annunciare lo sblocco di questa situazione legata alla Via non necessaria è stato il presidente della Provincia, Antonio Pettinari, uno degli enti che assieme ad Anas, Regione, Quadrilatero e Comune di Macerata finanzia l’opera strategica per il capoluogo e per l’intero territorio maceratese. «Bisogna ricordare che la Valutazione d’impatto ambientale è partita dallo scorso mese di gennaio ed è arrivata alla decisione in questi giorni – ha ribadito Antonio Pettinari -. La commissione Via del Ministero dell’Ambiente, in seduta plenaria, finalmente ha esaminato la richiesta di verifica di assoggettabilità a Via del tratto via Mattei-la Pieve ed ha deciso che non è necessario l’attivazione della Valutazione di impatto ambientale. Di fatto questo significa che è stato dato disco verde alla realizzazione dell’opera. A questo punto i passaggi successivi per definire i tempi per la partenza dei lavori si possono riassumere nella preparazione del decreto da parte degli uffici da portare poi alla firma del ministro competente. Nel frattempo la Quadrilatero farà richiesta al Mit di convocare la Conferenza dei servizi dove sono presenti tutti gli enti interessati dalla bretella ed infine si arriverà al Cipe». Sui tempi che segneranno questi ulteriori passaggi amministrativi nessuno è in grado al momento di definirli. Sta di fatto che, superato lo scoglio del Cipe, si procederà con l’appalto integrato dell’opera, essendo il progetto già definitivo e quindi non necessita di un ulteriore progetto esecutivo dell’intervalliva.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X