Mette a segno il colpo nel ristorante
e ne tenta un altro nel bar:
scoperto e arrestato 49enne

PENNA SAN GIOVANNI - L'uomo era arrivato in trasferta dal Fermano con un'auto rubata, è stato individuato dai carabinieri anche grazie alle telecamere. Il gip ha disposto per lui i domiciliari con braccialetto elettronico
- caricamento letture

carabinieri-tolentino-caserma

 

In trasferta dal Fermano, mette a segno un colpo in un ristorante e ne tenta un altro in un bar. Individuato dai carabinieri dopo un’attenta indagine, ora è finito ai domiciliari col braccialetto elettronico. I fatti si erano verificati il 20 maggio scorso a Penna San Giovanni.  L’uomo, L. G. 49 anni, era entrato in azione forzando e danneggiando la porta di ingresso di un noto ristorante di del piccolo centro dell’entroterra. Una volta all’interno, dopo aver aperto e messo sottosopra alcuni cassetti del banco pizzeria, aveva aperto il cassetto del registratore di cassa, portando via tutto il contante, per poi scappare dalla porta sul retro. Sempre nella stessa notte, aveva poi tentato di forzare i due ingressi di un bar, sempre in centro. In questo caso, però, non era riuscito ad entrare, ma aveva provocato danni alla struttura per circa 1.000 euro. Entrambi gli episodi erano stati denunciati ai carabinieri della locale stazione, che avevano subito avviato le indagini con i sopralluoghi e la raccolta delle testimonianze. Grazie alle immagini delle telecamere del Comune, i militari erano anche riusciti ad individuare un’auto sospetta che era arrivata e ripartita in un orario compatibile con i furti, cioè tra le 3 e le 4. Ricostruendo i movimenti del veicolo, i carabinieri avevano poi accertato che il mezzo era guidato da un uomo solo e che era stato rubato due giorni prima a Monte Urano. Così sono riusciti ad arrivare al 49enne, già noto per vari reati. Al termine delle indagini, sostituto procuratore Vincenzo Carusi ha quindi chiesto e ottenuto dal Gip Claudio Bonifazi una misura cautelare per l’uomo: i domiciliari con braccialetto elettronico. I carabinieri hanno quindi rintracciato l’uomo a casa di parenti nel Fermano, notificandogli la misura.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X