Il bosco di Macchia Tonda
ricorda Sandro Polzinetti

BOLOGNOLA - Una targa commemorativa in memoria del padre della speleologia marchigiana è stata collocata nel parco naturalistico dall'associazione che riunisce gli abitanti di Pintura
- caricamento letture
targa-commemorativa-Sandro-Polzinetti

Il consigliere comunale Serenella Marano e il presidente dell’Associazione Case Pintura Gianluca Balducci

 

di Marco Ribechi

Bolognola ricorda Sandro Polzinetti nella sua amata Pintura. Una targa commemorativa in memoria dello speleologo, fotografo ed alpinista grande amante dei monti Sibillini è stata inaugurata oggi a Pintura di Bolognola a un anno dalla sua scomparsa (leggi l’articolo). L’Associazione Case di Pintura, che riunisce gli abitanti della frazione, ha voluto rendere tributo a Polzinetti posizionando la targa proprio all’ingresso della faggeta di Macchia Tonda dove il padre della speleologia maceratese aveva la propria abitazione. L’importanza dello studioso è profonda, a lui infatti si devono il ritrovamento di uno scheletro di Ursus Spelaus, l’arcaico orso delle caverne oggi esposto al Museo Speleo Paleontologico di San Vittore di Genga e, successivamente nel 2007, la scoperta, in una grotta della Gola di Frasassi, di un reperto storico di grande rilevanza “La Venere di Frasassi” una statuetta ricavata da una stalattite di oltre 20.000 anni fa attualmente conservata al Museo Archeologico delle Marche.

Sandro-Polzetti

Sandro Polzinetti

Oltre all’attività speleologica il Polzinetti è stato anche un eccellente fotografo naturalista, che con la sua macchina fotografica ha immortalato la bellezza dei monti Sibillini; le sue foto sono state raccolte in un libro “Parco dei Sibillini. I colori della vita”. «Ricordare Polzinetti è per noi sia un onore che un dovere – spiega Gianluca Balducci, Presidente dell’Associazione Case Pintura – infatti si è sempre impegnato per tutelare il bosco di Macchia Tonda la cui importanza naturalistica è riconosciuta a livello nazionale ed internazionale per la presenza di un faggio plurisecolare e non solo. Sarebbe importante effettuare un’opera di manutenzione per salvaguardare un patrimonio naturalistico di tale portata». Infatti la recinzione che era stata realizzata a tutela e protezione del bosco nel tempo è andata completamente distrutta e inoltre il terreno presenta un dissesto dovuto all’azione dell’acqua piovana ed al transito del bestiame. All’inaugurazione presenti la moglie dello speleologo Anna Maria Mancini ed il figlio Sergio, che hanno ringraziato per l’iniziativa. In rappresentanza del comune di Bolognola è intervenuta il consigliere comunale Serenella Marano.

 

Sandro-Polzetti-2-478x650

Sandro Polzinetti con la moglie in una foto d’epoca

moglie-Sandro-Polzinetti

Anna Maria Mancini, moglie di Sandro Polzinetti

figlio-Sandro-Polzinetti

A destra Sergio Polzinetti, figlio dello speleologo

targa-Sandro-Polzinetti

La targa

il-faggio-di-Macchia-Tonda

Il faggio plurisecolare

La-casa-di-Sandro-Polzinetti

La casa di Sandro Polzinetti nel bosco di Macchia Tonda

targa-Sandro-Polzinetti-2-650x488



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X