«Anni di abusi su una bambina»,
rinviato a giudizio un 70enne

MACERATA - L'uomo si sarebbe approfittato dell'amichetta di una nipote della ex compagna. L'imputato era già stato condannato a 10 anni per violenza sessuale su minore
- caricamento letture

pedofilia

 

Abusi sessuali su una bambina, questa l’accusa che ha portao oggi al rinvio a giudizio di un uomo di 70 anni. La vittima delle presunte molestie sessuali, che sarebbero durate per circa tre anni, è una amichetta di una nipotina della ex compagna. L’uomo, maceratese, lo scorso anno era già stato condannato a 10 anni al tribunale di Macerata per presunti abusi proprio su due cuginette, che erano nipoti della ex compagna dell’uomo e di cui si sarebbe approfittato per alcuni anni, quando erano minorenni. Ora per il 70enne sono arrivate nuove contestazioni. Questa volta vittima degli abusi sarebbe stata una bambina, che era amica di una delle nipoti. Secondo l’accusa, sostenuta dal pm Rita Barbieri, l’uomo tra il 2010 e il 2013 si sarebbe approfittato della bambina che aveva 8 anni al tempo dei primi presunti abusi. Secondo le accuse la bambina sarebbe stata molestata dall’uomo con una frequenza settimanale. Secondo l’accusa, in tutte le occasioni contestate, il 70enne avrebbe fatto sedere la bambina sulle sue ginocchia e avrebbe finto di farle il solletico. In questo modo, prosegue l’accusa, il 70enne avrebbe toccato la piccola sotto la maglietta e nelle parti intime. Ora per quegli episodi l’uomo, difeso dall’avvocato Olindo Dionisi, è finito sotto accusa davanti al gup del tribunale di Macerata, Giovanni Manzoni. Oggi il giudice ha rinviato a giudizio l’uomo, che al processo, che si aprirà il 16 maggio del prossimo anno, dovrà rispondere di violenza sessuale.

(Gian. Gin.)

*Il nome dell’imputato viene omesso per evitare di rendere riconoscibili le vittime

 

Atti sessuali su due cuginette, ex compagno della zia condannato a 10 anni



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X