Dal campanaro all’attrice,
da chi gioca al bracciale ai comici
Tutti i volti di MaMa

LA WEB SERIE DI CM - In attesa della terza puntata che la prossima settimana ci porterà a Montefano, Recanati e Porto Recanati, vediamo chi sono i personaggi che Iralba e Carlo hanno incontrato durante il loro viaggio nella Marca Maceratese
- caricamento letture
La seconda e la prima puntata di

 

mama-ep-01-3-650x398

Iralba e Carlo, i protagonisti della web serie di Cronache Maceratesi

 

di Francesca Marchetti

“In viaggio con MaMa”, la prima web serie sulla Marca Maceratese, sta per arrivare alla terza puntata che ci porterà a Montefano, Recanati e Porto Recanati.

Fiorenza-Montanari-1-325x219

Fiorenza Montanari

Le prime due ci hanno fatto conoscere MaMa, la guida un po’ stravagante che per 15 puntate coinvolgerà due giovani turisti, Iralba e Carlo, in un tour attraverso la straordinarietà dei 55 comuni della provincia. Nelle prime avventure web i due hanno già visitato 6 borghi e città del territorio regalandoci panorami mozzafiato, segreti, curiosità, tipicità e qualche risata. A fianco alla “superguida” MaMa, tanti sono stati i personaggi locali che hanno indicato loro la strada e rivelato il genius loci dei comuni che hanno attraversato. Nella prima puntata a fare gli onori di casa ad Apiro è stata Fiorenza Montanari, direttrice artistica del teatro Mestica, attrice, regista e insegnante teatrale italo americana che nel 2008 con il marito, il ballerino Andrea Quatrini, ha fondato nel borgo la “Compagnia teatro di Onisio” . Ogni anno la compagnia organizza festival nazionali e corsi teatrali, laboratori e progetti culturali molto particolari. Anche Roberto Benigni, ospite ad Apiro qualche anno fa, ha apprezzato.

Mariasole-Marchegiani

Mariasole Marchegiani

Una giovane guida turistica  ha svelato i segreti dell’abbazia Sant’Urbano Maria, come la “miracolosa” colonna guaritrice o la magia che si ripete ogni 25 maggio, festa del patrono. Si tratta di Mariasole Marchegiani, ha 25 anni ed è laureata in Beni e culturali e Turismo all’Università di Macerata, e sta studiando per la magistrale. Vive tra Apiro e Macerata e lavora all’Info point dell’abbazia, andate a trovarla.

Federico-Mariotti

Federico Mariotti

A Poggio San Vicino Iralba e Carlo vengono accolti da Federico Mariotti nel suo ristorante “Mordi le Marche”, unico in tutto il comune. Per loro agnolotti funghi e tartufo, gnocchi con pomodorini, guanciale, finocchietto fresco, aromatizzati al Varnelli. «Poggio è stata una delle sfide più dure della mia carriera – afferma Federico – Siamo riusciti dove altri hanno fallito, negli ultimi dieci anni il locale è stato spesso chiuso o cambiava gestione ogni anno. Abbiamo ridato vita al paese, essendo l’unico locale commerciale e ritrovo».

Gabriele-gaucho-Chiucchi

Gabriele “gaucho” Chiucchi

Poco distante, a Pian dell’Elmo, dopo averli presi per la gola, MaMa porta i due giovani a lezione di equitazione nel centro ippico “Il gaucho” con Gabriele Chiucchi, l’istruttore di turismo equestre famoso nella zona per la sua volontà di valorizzare il paese dove risiede come già facevano i suoi nonni e i suoi genitori. Chissà se i due protagonisti hanno poi assaggiato il vino del gaucho che li ha invitati durante le riprese.

 

Tommaso Gentilini Raffioni

Tommaso Gentilini Raffioni

E visto che si parla di panorami maceratesi, la tappa successiva è stata Cingoli, il “balcone delle Marche”. La guida turistica locale Tommaso Gentilini Raffioni ha beccato i nostri mentre gironzolavano tra vicoli e piazze e li ha portati nella pinacoteca comunale, svelando qualche particolarità della famosa “La Madonna del rosario” di Lorenzo Lotto e spiega il perché del balcone. Tommaso ha 22 anni, è uno studente di Comunicazione visiva e multimediale all’Accademia di belle arti a Macerata e collabora con la pro loco e le associazioni del territorio cingolano.

Sauro-Corinaldi

Sauro Corinaldi

Nel borgo di “Cingulum”, risalente all’epoca romana, è facile incontrare botteghe artigianali e luoghi davvero particolari. Lungo la via, Carlo rimane affascinato da una serie di campane poste sopra un uscio. È il “carosello dell’ultimo sole” cioè l’annuncio del crepuscolo sulle note de “Il pescatore” di Fabrizio De Andrè. Cosa nasconde questo carosello? Lo spiega il titolare della bottega campanaria, Sauro Corinaldi, campanaro ma anche esperto di orologi da torre che nella sua bottega racchiude grandi tesori.

 

Matteo-Tomassoni

Matteo Tomassoni

La seconda puntata inizia da Treia e il primo personaggio che incontrano Iralba e Carlo è il giocatore di pallone al bracciale Matteo Tomassoni, già “baby sindaco” nel 2015. Matteo ha 20 anni e frequenta il primo anno di giurisprudenza all’Università di Macerata ed è già un veterano delle disfide del bracciale. «Nell’arena Didimi ci sono praticamente nato – racconta Matteo – . Ricordo bene zio Luciano che fabbricava i bracciali per passione e poi li dava ai bambini e ragazzi come me. Ho cominciato a giocare a 6-7 anni, sono un battitore e gareggio per il quartiere Cassero sia nella categoria juniores che seniores. C’è una legge non scritta che dice “il bracciale va a giornate”, cioè ci sono giorni in cui prendi di tutto ed altri in cui prendi tutti gli spigoli. Una volta sono riuscito a prendere una pallina davvero difficile, ma si è incastrata in un pezzo di ferro sporgente di 2 cm ed era fallo, ho perso il punto. Ma non smetterò mai di giocare al bracciale».

Elisabetta-Orazi-1-325x239

Elisabetta Orazi

Il meraviglioso parco storico di Villa la Quiete, conosciuta come Villa Spada e progettata da Valadier, è la successiva tappa di Iralba e Carlo che ascoltano con interesse una guida speciale, Elisabetta Orazi, dipendente comunale, che ha frequentato la villa come piccola alunna. Fino al 1980 in questa stupenda struttura aveva sede una scuola dell’infanzia.

 

Luigi-Emili

Luigi Emili

Infine Luigi Emili, presidente dell’Accademia georgica di Treia, spiega l’origine risalente all’epoca di Napoleone I dell’istituto di sperimentazione e ricerca, che ospita diversi archivi e una importante biblioteca antica di cui già 5000 volumi sono stati digitalizzati.

 

Lando-e-Dino

Lando e Dino

Ad Appignano i famosi comici e barzellettieri Lando e Dino a borgo Santa Croce svelano il mistero del “porto de Pignà” e raccontano di Bellente, il brigante “uomo libero”, colorando qua e là il discorso con qualche freddura degna della loro fama. Gianfranco Bronzini (Dino) e Fabrizio Tantucci (Lando) sono conosciuti anche per il loro impegno sociale a favore di associazioni che si occupano di piccoli malati, ogni tanto mascherandosi da clown burloni.

 

Alfredo-Lambertucci

Alfredo Lambertucci

Ultima tappa della seconda puntata è Montecassiano, antico borgo medievale riconosciuto con la “Bandiera arancione” , “Spiga verde” e come uno dei “Borghi più belli d’Italia”.

Il poeta dialettale Alfredo Lambertucci, insignito qualche anno fa del premio come “migliore attore dialettale dell’Italia centrale” fa due chiacchiere con Carlo, curioso di sapere secondo lui cosa mangiavano una volta i cavalieri, e recita la sua famosa poesia dedicata ai “sughitti”, la famosa specialità autunnale fatta con il mosto della vendemmia e la frutta secca. Alfredo è spesso ospite di programmi televisivi e podcast dedicati alla nostra bellissima marca maceratese.

Letizia-DalmaziAntonio-Troiano-Caterina-Palmieri-Michele-Andreoni

Letizia Dalmazi, Antonio Troiano, Michele Andreoni, Caterina Palmieri

Poi avviene qualcosa di insolito e magico, tra sogno e realtà, complici la guida turistica locale Letizia Dalmazi e di alcuni collaboratori dell’ufficio turistico del Comune: Antonio Troiano, Caterina Palmieri, Michele Andreoni. Ma questo dovete vederlo con i vostri occhi.

 

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X