Sgarbi battezza la sua mostra:
«Si fa tutto a Civitanova,
prossimo capoluogo di regione»

PRESENTATA oggi pomeriggio "La solitudine delle cose" che si svolgerà dal 26 giugno al 30 settembre nello spazio multimediale San Francesco. In esposizione 20 scatti del fotografo Massimo Listri che mostrano l'abbandono dietro le quinte delle architetture più belle. In città il critico organizzerà anche due incontri con ospiti come Nancy Brilli, Aldo Cazzullo e Alessandro Preziosi per parlare di Dante e una lectio su ‘Sgarbi, Dante e l’amore’
- caricamento letture
e1089a13-cd99-4348-a11f-3fb684adb21f-650x521

La solitudine delle cose – Massimo Listri

 

di Laura Boccanera

Il disordine, anziché la perfezione, la polvere piuttosto che i marmi brillanti, Massimo Listri fotografa gli “sgabuzzini” inaccessibili dei luoghi più belli del mondo e ne nasce “La solitudine delle cose”, la mostra pensata da Vittorio Sgarbi per Civitanova. Se ad Ascoli Piceno il critico d’arte propone “La ricerca della bellezza”, opere della fondazione Cavallini Sgarbi, la mostra civitanovese rappresenta il suo opposto estetico, la ricerca dell’imperfezione, una estetica del disordine che restituisce, secondo il curatore, una dimensione intimista.

Sgarbi-presentazione-mostra-Listri-4-325x244

Il sindaco Fabrizio Ciarapica con il critico d’arte Vittorio Sgarbi

Per presentare l’esposizione del fotografo di Franco Maria Ricci, visionario ed illuminato editore, Vittorio Sgarbi è arrivato oggi pomeriggio a Civitanova, con il suo tradizionale e antipatico ritardo di un’ora. Prima di Civitanova Alta, si è “perso” a Treia in visita al cimitero e ospite dell’onorevole Tullio Patassini. «Ero convinto che un’escursione a Treia comportasse 30 minuti e non 4 ore». Ad attenderlo a Civitanova Alta al teatro Annibal Caro il sindaco Fabrizio Ciarapica, il presidente del consiglio comunale Claudio Morresi, l’assessore ai lavori pubblici Ermanno Carassai, la presidente dell’Azienda Teatri Francesca Peretti, lo storico d’arte Stefano Papetti, la direttrice della Pinacoteca Enrica Bruni. Una mostra che nasce grazie alla portavoce del sindaco Claudia Baiocco, amica storica della compagna di Sgarbi Sabrina Colle, come lo stesso Vittorio sottolinea: «è grazie a Claudia che ho conosciuto Sabrina, eravamo a Roma, ad una riunione di Confindustria e me l’ha presentata e Civitanova ha deciso di organizzare un festival, porteremo Aldo Cazzullo, Nancy Brilli e Alessandro Preziosi e abbiamo deciso di organizzare anche una mostra. Tutto si fa qui a Civitanova, ormai Spoleto sta chiudendo, Pesaro si svuota, Civitanova sarà il prossimo capoluogo di regione» ha detto il parlamentare.

La mostra di Massimo Listri, intitolata “La solitudine delle cose” inaugurerà il prossimo 26 giugno e rimarrà aperta fino al 30 settembre nello spazio multimediale San Francesco. Sul palco del teatro Annibal Caro prima di presentare la mostra il critico d’arte si è lasciato andare ad alcune esternazioni sul Covid e sul tumore che lo ha colpito e che ha sconfitto: «benché le mie condizioni fisiche siano state debilitanti in questi mesi ho ricominciato a incazzarmi quindi vuol dire che sto bene – sdrammatizza  – ho scritto un libro su Caravaggio nei mesi della malattia per dare un senso al tempo lungo di questo illogico lockdown o clausura. Le mie posizioni non sono negazioniste, e avevo ragione, ora è il Ministro Speranza che dice che all’aperto il virus è meno contagioso. E io lo dicevo dal primo giorno. Se vado in bici da qui a Montecosaro chi incontro? Abbiamo tenuto chiuso i musei e vissuto in un limbo. Qui finalmente riprende la vita e celebriamo il ritorno alla vita con conferenze, spettacoli attorno al tema di Dante e iniziative espositive».

Sgarbi-presentazione-mostra-Listri-3-325x244

Nella foto Fabrizio Ciarapica, Vittorio Sgarbi e Stefano Papetti

La scelta è caduta proprio su Massimo Listri che coetaneo di Sgarbi è stato il fotografo dell’editore Franco Maria Ricci a partire dagli anni ’80. Una rivista che segnò e modificò per sempre il mondo dell’editoria d’arte. Con Listri alla fotografia e Sgarbi ai testi (assieme ad altri ed insigni scrittori dell’epoca, da Borges, a Moravia, fino a Manganelli e Ugo Ojetti, le riviste di Fmr divennero presto un unicum. La ricetta di questo successo secondo Sgarbi sta proprio nell’aver sovvertito la grafica delle riviste: «prima avevano tutte un testo lunghissimo e immagini piccolissime come francobolli, spesso in bianco e nero. Ricci intuisce che la rivista d’arte, anche per fare abbonati, deve avere testi brevi e chiari e immagini bellissime». Listri viene arruolato e per la rivista fotograferà tutto il patrimonio artistico e museale più affascinante d’Italia e non solo: dagli Uffizi a Stupinigi, da Versailles a Palazzo Davalos. In questa mostra però, con foto apparentemente scattate con la mano sinistra, come un capriccio in quanto immagini non richieste e di ambienti degradati, magazzini, retrobotteghe, si scopre un’intimità e una solitudine che ha del poetico, l’abbandono, la vita declinata all’imperfetto». Grande soddisfazione è stata espressa dal sindaco Fabrizio Ciarapica: «ringrazio Sgarbi per aver accettato l’invito ad organizzare una mostra di livello. Era importante dopo questo momento difficile ripartire ed era importante ripartire dalla cultura e lo abbiamo fatto chiamando il più grande critico d’arte come Vittorio Sgarbi. Volevamo qualcosa di nuovo, di moderno e innovativo, come è Civitanova città contemporanea, ma che raccontasse anche qualcosa del passato». Al termine della presentazione Vittorio Sgarbi ha fatto un sopralluogo a San Francesco e visitato Pinacoteca e sala Ciarrocchi.

Sgarbi-presentazione-mostra-Listri-6-650x488

Sgarbi-presentazione-mostra-Listri-1-650x488

Sgarbi-presentazione-mostra-Listri-7-650x488

Sgarbi-presentazione-mostra-Listri-2-650x650

5c909826-7ef0-4cc5-87bc-8457ced0d1d9-650x521

6d1f22b9-c41e-4425-be00-ca94160bfe1e-650x487



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X