Discarica, summit sindaci-Regione:
ancora fumata nera

AMBIENTE - Incontro nella sede della Provincia di Macerata tra l'assessore Stefano Aguzzi e i primi cittadini. Servirà un'altra riunione. Nessuno è disposto ad ospitare sul proprio territorio il nuovo impianto
- caricamento letture
Bilancio_Aguzzi-e1610118886524-650x528

Stefano Aguzzi

 

La Regione non toglie le proverbiali castagne dal fuoco ai sindaci maceratesi. Oggi l’incontro, svoltosi in Provincia, tra l’assessore regionale con delega ai rifiuti Stefano Aguzzi e i sindaci maceratesi dell’Ambito territoriale ambientale si è chiuso con un nulla di fatto e con il rinvio all’ennesima riunione informale prima di arrivare – entro un mese – all’assemblea che dovrà ufficialmente votare il da farsi. L’assessore Aguzzi ha detto che la Regione sta valutando il piano ed i suoi contenuti, che sicuramente si arriverà a una razionalizzazione della rete delle discariche per effetto del fatto che entro il 2035 dovrà essere ridotta al 10% la percentuale dei rifiuti che arrivano in discarica. Quanto all’oggi, e alle decisioni da adottare nel Maceratese, non c’è accordo. E’ stata criticata la gestione della vicenda dei siti idonei ad ospitare una discarica, oltre ottanta, e le posizioni emerse sono quelle legate alla prosecuzione dell’abbancamento dei rifiuti nella discarica di Cingoli per un altro anno e mezzo o al trasferimento del tutto in quel di Fermo. Il sindaco di Cingoli si è detto disponibile ad accogliere ancora i rifiuti, disponibilità per la quale il Comune percepisce un congruo indennizzo annuale, mentre sul fronte di Fermo si è alle battute iniziali non essendoci stato alcun incontro con i proprietari della discarica che è privata.

Alcuni amministratori hanno fatto notare che comunque, alla fine della storia, costerebbe meno portare i rifiuti a Fermo di quanto non costi realizzare una nuova discarica e pagare il relativo indennizzo. Insomma nessun sindaco si è offerto per ospitare una nuova discarica anche se alcuni – e tra questi il primo cittadino di Tolentino Giuseppe Pezzanesi – hanno insistito sulla necessità di realizzare una nuova discarica in provincia e per questo hanno chiesto di procedere con una scrematura degli ottanta siti presentati dai tecnici.

(l. pat.)

Pasticcio discarica provinciale, si spera nella Regione



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X