Marciapiedi senza scivolo, Carassai:
«Verrà creato un percorso rialzato»

CIVITANOVA - L'assessore spiega che non si è trattato di un errore. Al termine dei lavori la strada sarà risagomata
- caricamento letture

 

ass-ermanno-carassai-civitanova-FDM

Ermanno Carassai, assessore ai lavori pubblici

 

«Nessun errore da parte della ditta, la strada carrabile del vialetto sarà risagomata e in prossimità delle strisce verrà realizzato un percorso pedonale leggermente sopraelevato per agevolare il passaggio dei pedoni».

Chiarisce il mistero del marciapiede con lo scivolo solo disegnato senza creare il dislivello l’assessore ai lavori pubblici Ermanno Carassai che risponde ai dubbi sollevati dal consigliere Pier Paolo Rossi: «non è stato solo Rossi a segnalare l’accaduto, ma non si tratta di un errore e stupiscono le osservazioni di Rossi dal momento che pontifica senza conoscere l’elaborato progettuale e le fasi di lavorazione e dimostra una certa superficialità. Infatti la strada sarà risagomata e in prossimità dell’attraversamento è previsto un percorso pedonale sopraelevato, per questo il dislivello è differente».

977c66ca-ec43-4a65-a223-45da2fc9bca8-650x488

Un tratto del marciapiede dove lo scivolo è solo disegnato

Carassai risponde anche in merito ai percorsi sensoriali per ciechi che sembrerebbero finire contro il muro: «è la normativa che prevede che i percorsi tattili finiscano in prossimità del termine del marciapiede, è una convenzione per far orientare la persona disabile facendo capire la larghezza del marciapiede quando batte col bastone contro il muro». Infine l’assessore torna a ribadire quanto avvenuto con gli sfortunati marciapiedi di via Duca degli Abruzzi: «abbiamo preferito fare una figuraccia, ma evitare di avviare un contenzioso legale che avrebbe fermato i lavori e rallentato la realizzazione. Se non avessimo trovato un accordo con la ditta sarebbero ancora così come erano stati fatti. In quel caso è successo che la ditta che ha vinto l’appalto non era capace di effettuare quel tipo di lavori. Avremmo potuto recedere dal contratto con la formula della scissione in danno, ma questo avrebbe provocato disagi per il protrarsi dei lavori. Invece trovando una soluzione abbiamo fatto rimettere mano alla ditta fino a quando i marciapiedi non sono stati realizzati correttamente, forse abbiamo fatto una figuraccia addossandoci una colpa non nostra, ma abbiamo preferito questo a ulteriori disagi a cittadini e commercianti».

 

«Nuovi marciapiedi, lo scivolo è solo disegnato»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X