Fuga spericolata a 150 all’ora
tra sorpassi e contromano
Preso pusher: in corpo 14 ovuli di eroina

MORROVALLE - La Squadra mobile ha intercettato uno scambio di droga vicino ad un supermercato di Trodica e ha cercato di fermare lo spacciatore. L'uomo è fuggito ed è stato bloccato a Montecosaro dopo circa 10 chilometri. In manette un 25enne nigeriano, starà in carcere
- caricamento letture
polizia-archivio

Foto d’archivio

 

di Gianluca Ginella

Una fuga folle a tutta velocità tra sorpassi e contromano con picchi di 150 chilometri all’ora per evitare la polizia: arrestato un 25enne nigeriano che era stato sorpreso a spacciare nella zona di un supermercato di Morrovalle. Il giovane aveva anche inghiottito 14 ovuli di eroina.

Tutto è cominciato ieri mattina intorno alle 11 quando gli agenti della sezione Antidroga della Squadra mobile di Macerata si sono appostati nella zona del supermercato Eurospin di Trodica di Morrovalle dove avevano avuto notizia che c’era un giro di spaccio di eroina. Gli agenti non hanno atteso a lungo prima che arrivassero due auto. Una quella di un giovane (giunto per comprare la droga), l’altra, una Renault Clio, quella di un nigeriano, il 25enne Collince Omhenimhen. I poliziotti hanno visto il cliente salire sull’auto del 25enne e i due si sono allontanati, hanno percorso circa 500 metri, e poi l’acquirente è sceso. A quel punto gli agenti sono intervenuti per fermare Omhenimhen. L’uomo però ha dato gas, colpendo anche alle gambe un agente, e si è allontanato al volante della Clio. I poliziotti gli sono andati dietro. È iniziato così un pericoloso inseguimento con il 25enne che per circa dieci chilometri ha fatto sorpassi e preso strade contromano. I poliziotti non lo hanno mollato e alla fine, grazie all’abilità dell’agente che guidava, dopo circa 10 chilometri sono riusciti a raggiungerlo (a Montecosaro) dove lo hanno fermato (una volta che non c’erano rischi per gli altri automobilisti). Il 25enne è stato arrestato per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale. Non era finita. I poliziotti hanno portato il nigeriano in ospedale per verificare se avesse inghiottito della droga durante la fuga. Sono saltati fuori 14 ovuli di eroina.

Questa mattina il nigeriano è comparso davanti al giudice Daniela Bellesi. Nel corso dell’udienza ha deciso di rispondere alle domande del pm Francesca D’Arienzo e ha detto di essere fuggito perché sentendo l’agente bussare al finestrino si era spaventato. Ha aggiunto che si è fermato appena ha potuto. Il pm ha chiesto al giudice la custodia in carcere, richiesta accolta. Il 25enne è assistito dall’avvocato Giuseppe Lufrano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X