Due assunzioni per l’Area Vasta 3:
arrivano un ingegnere
e una neuropsichiatra infantile

SANITA' - Contratti a tempo indeterminato. Approvato anche un bando di gara per l’acquisto di due ambulanze: spesa 217mila euro
- caricamento letture
ospedale-macerata

L’ospedale di Macerata

 

di Luca Patrassi

Si fa presto a dire “assunzioni, assunzioni”, poi si devono fare i conti con la realtà. Certo il livello non è quello urlato anni fa da chi si presentava con l’inno “onestà, onestà” ed ha poi fatto i conti con i bilanci e con altro. Sicuramente le ultime determine della nuova dirigente dell’Area Vasta 3 Daniela Corsi, così come quelle emergenziali dell’ex direttore Alessandro Maccioni, permettono di capire l’aria che tira ancora nel nostro territorio. La prima determina è oramai purtroppo una presenza costante da alcuni anni a questa parte: si tratta dell’approvazione del bando di gara per l’acquisto di due ambulanze. Spesa 217mila euro, assegnazione per il tramite della piattaforma Consip – sia scritto ad esclusivo titolo di cronaca – ad una azienda toscana. Siccome per molti, colpa dell’età avanzata, la memoria è purtroppo un bel ricordo, vale la pena sottolineare che le determine per l’acquisto di ambulanze sono ricomparse dall’albo pretorio dell’Asur dai tempi del crac della ex Banca Marche che ha portato Fondazione Carima (senza più utili da dirottare sul sociale) a ridurre ai minimi termini erogazioni che viaggiavano sull’onda dei cinque milioni di euro annui. C’era anche chi contestava la Carima per questo sostegno dato al sociale e al territorio, ora sono tutti i cittadini maceratesi che pagano l’acquisto delle ambulanze dopo essere stati depredati di posti di lavoro e di sostegno all’economia. Bene, ricordata l’epopea della ex Banca Marche e del progetto solidale “Sulle strade della solidarietà” sostenuto dalla Fondazione Carima dell’allora presidente Franco Gazzani e dell’ex direttore Renzo Borroni, si passa alla Risorse umane in casa Asur Marche. Assunzione a tempo indeterminato di un dirigente ingegnere per l’ufficio tecnico dell’Area Vasta 3 dell’Asur. Bene, si assume in un settore vitale per un’azienda che dovrà mettere le mani su multi progetti ad iniziare dalla costruzione e dalla ricostruzione di alcuni ospedali. L’unico rammarico è che nelle premessa della determina che dispone l’assunzione dell’ingegnere Lucia Mosciatti (vincitrice di un concorso alla quale vanno gli auguri di buon lavoro) si evidenzi che l’organico sia carente di due ingegneri. Lasci due e prendi uno, ma appunto i conti si fanno con i soldi che si hanno. Altra assunzione a tempo indeterminato all’Av3 è quella della neuropsichiatra infantile Barbara Rossi, proveniente da Fermo. Poi assunzioni a tempo determinato per far fronte alla carenza cronica di medici e all’emergenza Covid: incarico a tempo determinato per il dottor Paolo Renzulli e proroga per altri tre mesi dei contratti in scadenza a Giada Bracalente (Distretto di Civitanova, Lara Mary Titherington (Malattie Infettive), Luca Pieretti, Francesca Ribichini, Raffaele Cavallo, Mattia Berrettoni, Veronica Mogetta e Alessandra Tasso per il Dipartimento di Prevenzione.

Assunti 17 infermieri, in valutazione gli anestesisti Donati 10mila euro all’Area Vasta 3

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X