Vandali contro i manifesti funebri,
scatta la denuncia

TREIA - Diversi gli episodi di cartelloni strappati, l'ultimo oggi. Il Centro funerario città di Macerata: «Ci troviamo costretti ad attivarci nelle opportuni sedi affinché venga dato un nome ed un cognome alla mano "malata"»
- caricamento letture
manifesti-strappati-chiesanuova-e1609610137231-554x650

Uno dei manifesti strappato dai vandali

 

Atti di vandalismo contro i manifesti funebri, scatta la denuncia. E’ successo a Chiesanuova, dove da qualche giorno qualcuno ha preso di mira le bacheche destinate alle affissioni dei defunti.

manifesti-strappati-chiesanuova1-e1609610183935-325x352

La bacheca degli annunci funebri a Chiesanuova

Manifesti strappati, accartocciati e poi buttati nel cestino o lasciati per terra. E i residenti ormai sono arrivati al limite della sopportazione. L’ultimo caso proprio oggi: i manifesti erano stati riaffissi in vista di un vista di un funerale alle 15 e poco ore dopo sono stati nuovamente strappati. L’impresa di pompe funebri Centro funerario città di Macerata ha informato dell’accaduto sia i carabinieri che la polizia locale, presentando una denuncia.  «Come Centro Funerario Citta di Macerata – dichiara Luca Buldorini – nel rispetto del dolore delle nostre famiglie, abbiamo provveduto nonostante le festività ad una continua attività di controllo e di riaffissione. Ora però ci troviamo costretti ad attivarci nelle opportuni sedi affinché venga dato un nome ed un cognome alla mano “malata” che con il suo operato sta di fatto peggiorando una situazione di sofferenza, già drammatica di suo a causa del covid-19, ad un’intera comunità. Come persona e come Centro funerario faremo del tutto per tutelare l’intera comunità di Chiesanuova».

(redazione CM)

 

 

manifesti-strappati-chiesanuova3-e1609610239564-650x600

manifesti-strappati-chiesanuova2-e1609610260761-650x539



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X