Calci e pugni ai carabinieri,
scena muta degli arrestati
poi patteggiano tutti

FIASTRA - Dopo la violenta aggressione a due militari per un controllo perché stavano campeggiando senza permesso, i 4 ucraini finiti in manette mercoledì, sono comparsi oggi davanti al giudice al tribunale di Macerata. Dopo l'udienza sono tornati liberi. Solidarietà ai carabinieri dal sindaco Scaficchia
- caricamento letture
Awelima_Desmond_Processo_FF-1-650x434

Il tribunale di Macerata

 

Hanno patteggiato i 4 ucraini fini in manette dopo aver aggredito i carabinieri a Fiastra nel corso di un controllo. Campeggiatori abusivi, rischiavano 25 euro di multa, ma la loro reazione, che secondo i carabinieri è legata al consumo di alcol, è finita con 4 arresti per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. A restare feriti il comandante dei carabinieri di Fiastra, Antonio Ombra, e un appuntato in servizio alla stazione, Paolo Bianchella. Per entrambi la prognosi è stata di 15 giorni. L’aggressione è avvenuta mercoledì pomeriggio nel corso di un controllo di routine. Oggi i due uomini e le due donne, tutti ucraini che vivono a Macerata, assistiti dall’avvocato Mauro Chiariotti, sono comparsi in tribunale a Macerata 8erano agli arresti domiciliari) per la convalida dell’arresto davanti al giudice Barbara Cortegiano. In aula il pm Francesca D’Arienzo a sostenere l’accusa. Tutti e quattro si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Dunque nulla hanno spiegato sul perché della violenta aggressione, con i due carabinieri scaraventati a terra e presi a calci e pugni e che poi, riusciti ad allontanarsi, avevano chiesto l’intervento di altri colleghi. Il giudice ha convalidato gli arresti e i 4 imputati hanno deciso di patteggiare. Un anno e 4 mesi per Angela Bica, 44 anni. Per gli altri tre Nataliia Koza, 46, Serhii Trofimov, 48, e Serhii Shtykhov, 48, un anno e due mesi. Dopo l’udienza sono tutti tornati liberi.

«A nome di tutta la comunità di Fiastra e dell’amministrazione comunale voglio far arrivare tutta la nostra solidarietà ai carabinieri brutalmente aggrediti mercoledì scorso da un gruppo di campeggiatori abusivi – dice il sindaco Sauro Scaficchia -. Nel farlo, li ringrazio pubblicamente per il quotidiano lavoro di controllo del nostro territorio, lavoro difficilissimo soprattutto nei periodi dell’anno in cui Fiastra è frequentata da un numero di persone molto più alto di quelle che normalmente vivono nel Comune». Il primo cittadino ha sottolineato come i due militari siano perfettamente integrati nella comunità locale e il loro lavoro è apprezzato da tutti. Il loro lavoro avviene in uno dei territori più vasti della provincia ed è uno dei più colpiti dal terremoto. «Da più di quattro anni le locali forze dell’ordine sono impegnate in un capillare servizio anti sciacallaggio delle frazioni, oltre al normale lavoro di controllo e vigilanza del territorio» sottolinea il Comune.

(Gian. Gin.)

 

Campeggiatori abusivi aggrediscono carabinieri: quattro arresti a Fiastra



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X