Manca il numero legale,
polemiche in Consiglio

MACERATA - Slitta a domani l'assise che deve affrontare anche il bilancio e la questione ex Upim. Il centrodestra è uscito per protesta per le sei assenze della maggioranza, facendo mancare le presenze necessarie ai lavori
- caricamento letture
tacconi-consiglio-comunale

Ivano Tacconi, gruppo misto, dopo il terzo appello senza numero legale

di Federica Nardi

Gli ultimi tre giorni di Consiglio comunale a Macerata iniziano male. Anzi, non iniziano proprio, con l’assise rimandata a domani per mancanza di numero legale. La scena, purtroppo, non è inedita. Manca qualcuno della maggioranza (oggi sei assenti), l’opposizione conta le teste e poi c’è chi decide di rimanere per l’appello e chi di uscire per “dare una lezione” alla maggioranza considerata assenteista. Oggi in votazione oltre a una delibera sull’Imu e sul bilancio sarebbe finito anche il punto sull’ex Upim. Si ricomincia domani (e mercoledì) ma non senza polemiche anche perché sarebbe bastata una presenza in più per arrivare ai 17 consiglieri (più sindaco) necessari per avviare i lavori.

consiglio-comunale-macerataA disertare l’appello il centrodestra, mentre i consiglieri del Movimento 5 stelle (Carla Messi e Andrea Boccia) sono rimasti nell’aula (non più quella della Provincia ma quella storica del municipio, finalmente riaperta dopo il terremoto). Furioso Ivano Tacconi del gruppo misto: «Hanno “acceso” la presenza con il nuovo sistema informatico, poi sono andati fuori e non hanno partecipato all’appello. Ricordo la destra di una volta che era presente e rispondeva all’appello, perché è una cosa istituzionale. Se sei consigliere devi rispondere». Maurizio Mosca di Città viva però la pensa diversamente: «E’ gravissimo che una maggioranza non riesca ad avere 16 consiglieri per approvare un bilancio». Aggiunge Riccardo Sacchi (Forza Italia): «Tanto più alla vigilia delle elezioni», suggerendo una spaccatura della coalizione. La stessa versione di Andrea Boccia (M5s) che invece aveva risposto: «Noi non siamo usciti perché volevamo dimostrare che ci teniamo. E’ l’ultimo Consiglio comunale, siamo stati sempre presenti. In sede di discussione avremmo fatto notare che mancavano i consiglieri anche se si parlava di bilancio. Questo fa capire quanto la maggioranza possa essere spaccata all’interno. Noi avremmo garantito il numero, nonostante siamo all’opposizione».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X