«La Bandiera blu non è scontata,
è frutto di 12 mesi di sacrifici»
E corso Umberto cambia colore

CIVITANOVA - Cerimonia in forma ridotta per il vessillo 2020. Il sindaco Ciarapica: «Ogni anno è più difficile ottenerla. Non è solo sinonimo di acque pulite ma anche di cura del verde, progetti nelle scuole». E stanotte luci blu in centro
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

PH-Luigi-Gasparroni-FLV_4235-650x365

di Laura Boccanera (foto Luigi Gasparroni)

Bandiera blu e mascherine al Club vela di Civitanova. Cerimonia ridotta causa distanziamento Covid, ma Corso Umberto I si tinge di blu questa sera. Nessun evento o manifestazione per la consegna della 17esima bandiera ottenuta da Civitanova. Ogni anno la festa di consegna del vessillo agli operatori turistici dava ufficialmente il via alla stagione con una grande festa al Club vela e poi sui lungomari.

bandiera-blu-1-325x306

Da sinistra Claudio Mazza presidente Fee, il sindaco Fabrizio Ciarapica, Camillo Nardini di Eco Schools e l’assessore al turismo Maika Gabellieri

Quest’anno niente festa, solo la banda ad intonare inno d’Italia e alcuni brani e poi consegna della bandiera alle oltre 40 categorie presenti tra chalet, salvataggio a mare, hotel, strutture extralberghiere, associazioni, confederazioni e commercianti. «Questo è un anno particolare – ha detto Claudio Mazza presidente Fee intervenuto per l’occasione – ce la ricorderemo la bandiera blu delle mascherine. Abbiamo dovuto rinunciare anche alla consegna a Roma ed è stata fatta per via telematica, mancava la magia dell’incontro dove ci sono quasi 200 amministrazioni virtuose. Il prossimo anno andrà in modo diverso. 17 anni sono un traguardo più che consolidato. Una bandiera blu che ha una storia lunga, chi ha iniziato era un visionario perché la bandiera blu più che un progetto è un programma, prima che l’ottenimento è il percorso che si sceglie di fare. Una politica di piccoli passi ma di cose concrete». Sulla difficoltà di migliorarsi per riuscire ogni anno a crescere e implementare servizi e attenzione all’ambiente si è soffermato anche il sindaco Fabrizio Ciarapica: «ogni anno è più difficile – ha detto -, la bandiera blu non è scontata, ma è il frutto di sacrifici fatti tutto l’anno dall’apparato e dalla macchina amministrativa, dalle categorie sul territorio, dai commercianti e stabilimenti balneari ma anche dai cittadini che rispettano e osservano buone pratiche. Non è solo sinonimo di pulizia delle acque, ma anche piste ciclabili, verde e progetti per le scuole». Parallelamente a bandiera blu Civitanova ha anche un’altra longeva bandiera, quella verde per i progetti eco school: «Civitanova è la prima città delle Marche per numero di scuole e questo significa una città di bambini e bambine,  signorine e ragazzini – ha spiegato Camillo Nardini di Eco School – Siate vicini alle scuole perché significa costruire cittadini modello, che sensibili oggi ai temi ambientali saranno adulti migliori». Si è passati poi alla consegna delle bandiere a tutte le categorie e ai rappresentanti delle istituzioni. Per festeggiare gli chalet si sono organizzati con alcune particolarità come aperitivi e cocktail a tema: allo chalet Lido Cristallo cocktail blu e pennellate di azzurro anche nell’aperitivo. Per l’unica sorpresa fuori programma bisognerà però aspettare il tramonto, quando verrà inaugurata la nuova illuminazione di corso Umberto I che per l’occasione si tingerà di blu.

PH-Luigi-Gasparroni-FLV_4254-489x650

PH-Luigi-Gasparroni-FLV_4230-650x539

PH-Luigi-Gasparroni-FLV_4227-650x433

PH-Luigi-Gasparroni-FLV_4209-650x414 PH-Luigi-Gasparroni-FLV_4192-650x433

PH-Luigi-Gasparroni-FLV_4152-650x433 PH-Luigi-Gasparroni-FLV_4155-650x433 PH-Luigi-Gasparroni-FLV_4202-650x433

PH-Luigi-Gasparroni-FLV_4121-650x433

PH-Luigi-Gasparroni-FLV_4182-650x416

PH-Luigi-Gasparroni-FLV_4089-650x433 PH-Luigi-Gasparroni-IMG_9689-650x433

bandiera-blu-civitanova-2020-07-04-at-19.21.07-1-650x488

bandiera-blu-3-650x488

bandiera-blu-4-650x488

bandiera-blu-2-650x488

834e7e5a-8687-47ac-9e0e-fca67bac926d-488x650

db9b5ac1-248b-4828-8052-d75b4c89d161-488x650

50aa3d1d-4df0-4998-8b71-bf980bc64e40-488x650



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X