Hotel House, 3 positivi al Covid
escono per comprare l’acqua:
fermati dai poliziotti

PORTO RECANATI - Sono stati sorpresi fuori dalle loro abitazioni e intercettati dagli agenti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

covid-hotel-house-amicucci-carabinieri-porto-recanati-FDM-5-650x488

 

Devono stare in isolamento perché positivi al Coronavirus, tre residenti dell’Hotel House escono di casa per andare a comprare l’acqua: sorpresi dai poliziotti sono stati riaccompagnati nelle loro abitazioni. Nel palazzone di Porto Recanati sono 17 le persone positive al Coronavirus. E a queste è prescritto che debbano restare a casa. Invece sono già stati segnalati diversi episodi di persone che escono di casa violando la quarantena. L’ultimo questa mattina. All’interno del mega condominio i poliziotti in uno dei piani più alti hanno intercettato sul pianerottolo tre residenti, che sono tra i 17 positivi. Chiesti i motivi per cui si trovassero fuori dalle loro abitazioni, hanno risposto che stavano uscendo per comprare alcune bottiglie. Con le dovute precauzioni, i poliziotti hanno riaccompagnato immediatamente i tre nelle loro case. Poi li hanno riforniti di acqua. I tre residenti hanno ringraziato i poliziotti e sono stati ammoniti a restare ognuno nella propria abitazione. I poliziotti della Questura di Macerata insieme ai carabinieri sono in servizio al mega condominio, dopo i primi casi accertati di Covid, per svolgere controlli sia all’esterno dello stabile che al suo interno dove, per ogni evenienza, vengono mantenuti costanti contatti sia con il personale addetto alla portineria sia con i residenti stessi.

(Redazione Cm)

 

«All’Hotel House siamo preoccupati: c’è chi esce tranquillamente di casa nonostante sia in quarantena»

Focolaio all’Hotel House, due nuovi casi e domani arriva Salvini

Tre nuovi contagi, l’Hotel House arriva a 15 casi



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X