Visite ai congiunti,
riaprono i confini
con Umbria e Toscana

MARCHE - Il governatore Ceriscioli ha firmato la comunicazione ai prefetti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Il governatore Luca Ceriscioli

 

Visite ai congiunti dei comuni confinanti di Umbria e Toscana: Ceriscioli ha firmato la comunicazione ai prefetti. Ordinanze operative dopo la firma di Tesei e Rossi. In considerazione della positiva evoluzione dello stato epidemiologico delle rispettive regioni e vista l’esigenza manifestata da numerosi cittadini residenti nelle zone di confine, la Regione Umbria e la Regione Toscana hanno determinato con ordinanza la possibilità, per i residenti nei comuni di confine, previo accordo tra i rispettivi Presidenti di Regione, di autorizzare la visita a congiunti residenti nei comuni confinanti.
«La Regione Marche – afferma il presidente Ceriscioli – ha già comunicato formalmente, giorni fa, di essere pronta a firmare le comunicazioni ai prefetti necessarie per rendere operative le ordinanze. Ho già apposto la mia firma, quindi non appena la presidente Tesei della Regione Umbria e il presidente Rossi della Regione Toscana avranno firmato, sarà possibile per i cittadini marchigiani far visita o ricevere la visita dei congiunti residenti nei comuni confinanti delle due regioni».

Accordo Marche-Emilia Romagna: «Via libera alle visite tra congiunti»

Sbloccati gli spostamenti extra regione: «Si può andare fuori dalle Marche ma solo in una provincia confinante»

Visite ai congiunti nelle zone di confine, “sbloccato” anche l’Abruzzo



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X