Nasce a Civitanova
la Ganci Football Academy

CALCIO - L'ex Maceratese Massimo Ganci lancia una scuola in cui sono previste lezioni individuali per un massimo di otto giocatori. Dal primo giugno tre open day gratuiti alla Moretti Country House
- caricamento letture

 

Ganci_Foto-LB

Massimo Ganci, ex attaccante della Maceratese

 

di Michele Carbonari

Nasce una nuova creatura calcistica a Civitanova: è la Ganci Football Academy dell’ex attaccante professionista Massimo Ganci. Appese le scarpette al chiodo, la vecchia conoscenza di Maceratese e Castelfidardo (oltre che di moltissime squadre di Serie B e della Reggina in Serie A) in tempo di Coronavirus avvia un nuovo progetto per piccoli aspiranti giocatori, con lo scopo di formarli per una futura carriera nel mondo del pallone. Nativo di Milano ma trapiantato da anni in riva all’Adriatico, Massimo Ganci si fa promotore di una nuova attività sportiva.

Massimo-Ganci

Ganci ai tempi del Castelfidardo

«Questo progetto è nato durante la quarantena, in cui ho approfondito il tutto. Non è una vera e propria scuola, ma un’academy. Farò delle lezioni individuali con un massimo di otto ragazzi. Ho limitato l’accesso sia per rispettare il protocollo sanitario, sia per seguire bene ogni giocatore. Insegnerò la tecnica, la postura del corpo, la coordinazione e imparare a calciare con entrambi i piedi, ovvero tutte le cose che in una scuola calcio non vengono affrontate così dettagliatamente. L’obiettivo è perfezionare i particolari. Non farò le classiche partitine e non ci saranno contatti – racconta l’ex Maceratese -. È un’iniziativa innovativa che nella zona non c’è. Mi rivolgo a tutte le età, partendo dall’annata del 2012. Chiunque viene da me può essere tesserato in qualsiasi altra scuola calcio. Sono lezioni che non richiedono tesseramenti».

Massimo-Ganci-3-325x325Massimo Ganci mastica calcio dalla mattina alla sera fin da quando è piccolo. Ne sono testimonianza le quasi venti stagioni di attività calcistica svolta soprattutto nelle categorie professionistiche. Ora vuol trasmettere la sua passione ai bambini. «Dal primo giugno ci saranno tre open day gratuiti per mostrare ai ragazzi cosa voglio proporre. Mi appoggerò alla Moretti Country House, che nasce come un B&B ma da qualche anno ha costruito un campo di calcio a 8. Ora è in programma anche una piscina e un campo ad 11. Verrà fuori una bella struttura – afferma Ganci -. Ho ampie conoscenze nel mondo del calcio, ho contatti con vari direttori. Non nascondo che si potrebbe provare una sorta di collaborazione con qualche società per segnalare i bambini più bravi. Attualmente non ho stilato accordi con nessun club, ma è comunque in programma. Sono aperto a tutti, anche a coinvolgere squadre di Civitanova». Per maggiori informazioni: 3474250503.

Tardella-e-Ganci

L’ex presidentessa Tardella con l’attaccante Massimo Ganci

Giocatore della Maceratese nella prima stagione di Lega Pro (2015/2016), Massimo Ganci segue ancora le sorti del sodalizio biancorosso. «Di quel periodo ho un ricordo bellissimo, soprattutto del gruppo che si era creato anche grazie alla bravura di mister Bucchi. Ho girato tantissime squadre ma lì giocavamo l’uno per l’altro. La squadra c’era e i risultati venivano. Abbiamo sognato la Serie B ma ai playoff abbiamo affrontato società più organizzate e squadre più forti di noi. Comunque penso che abbiamo lasciato un bel ricordo a Macerata – conclude il 38enne di origine lombarda -. Oggi è un peccato vedere Maceratese e Civitanovese in Promozione. In zona abbiamo bisogno di calcio professionistico. Mi auguro che prima o poi qualche imprenditore locale faccia le cose fatte bene, prenda almeno una delle due squadre e la porti nelle categorie che le competono».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X