“Pezzente schifoso”, insulti online
al primo Consiglio in quarantena

CIVITANOVA - Questa mattina alle 2 volano gli stracci. Il consigliere Vincenzo Pizzicara offende l'opposizione che poneva dubbi sulla gestione emergenza da parte dell'amministrazione. Mirella Franco: «Chi la pensa diversamente si dissoci». Alla fine approvato il bilancio
- caricamento letture

consiglio-comunale-covid

 

di Laura Boccanera

Il Consiglio è virtuale, ma gli insulti no. Neanche l’assise online smorza i toni, sempre accesi e vivaci del Consiglio comunale di Civitanova e così fra le case dei consiglieri spunta a notte inoltrata pure l’insulto “pezzenti schifosi”. L’invettiva porta la voce e il volto di Vincenzo Pizzicara rivolto all’opposizione. Si parlava del bilancio, un preventivo approvato in emergenza con un emendamento di 1 milione e 100mila euro da destinare alle attività e alle famiglie in difficoltà con prelievi dal settore turismo. Ma nel corso del consiglio si è parlato anche della gestione dell’emergenza e così attorno alle 2 Pizzicara sbotta: pezzente-schifoso«Si fanno interventi che non c’entrano col bilancio, ci hanno criticato perché non abbiamo accettato aiuto dalla minoranza, ma da chi dovevamo accettarlo? Da chi dice che dobbiamo devolvere l’indennità in beneficenza? Perché non danno loro il buon esempio?Lo Stato a guida Pd e Movimento 5 stelle ha fatto un decreto il 31 gennaio mettendo in emergenza il Paese fino al 31 luglio, non hanno previsto le mascherine e la Regione non le ha date nemmeno ai dottori, pezzenti schifosi».

Oggi arriva la reprimenda da parte di Mirella Franco del Pd: «Si deve approvare un bilancio che già si sa sarà modificato, ma tanto è, e un emendamento per svincolare la spendibilità di poco più di 900 mila euro, in una generica voce di “aiuti alle famiglie”, senza che venga specificato di conoscere quali aiuti si intende dare, con che priorità, con che modalità, non importa che si sarebbe potuto tenere in orario più consono, anche per rispetto dei funzionari presenti al consiglio, non importa che oggi qualcuno avrebbe dovuto lavorare, e nonostante ciò, è rimasto presente e ben visibile per tutta la durata. Va tutto bene. Ma quello che non è sopportabile è che un individuo come Vincenzo Pizzicara, consigliere comunale, ci abbia definito, a noi tutti dell’opposizione, “pezzenti schifosi”. Io credo che tutti abbiamo diritto al rispetto della nostra dignità personale e della nostra onorabilità, tanto più noi tutti, consiglieri comunali, che rivestiamo questo ruolo grazie a cittadini che ci hanno dato fiducia e che noi, con il nostro nome e la nostra faccia, rappresentiamo. Pizzicara deve solo vergognarsi per quello che ha detto e che le scuse non sarebbero accettabili, per la gravità delle affermazioni, chiedo al Presidente del Consiglio Claudio Morresi che si faccia garante della onorabilità di noi tutti; contestualmente chiedo a chiunque della maggioranza, sindaco, giunta e consiglieri, non condivida gli improperi di Pizzicara nei nostri confronti, di prenderne apertamente le distanze». Gli risponde Rossi con un cartello “Pezzente schifoso sarai tu”. Alla fine tutti i punti all’ordine del giorno sono stati approvati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X