Centro fiere, contrordine sulla privacy
e si scoprono i motivi dello stop

MACERATA - A far ricorso è stata l’associazione temporanea di imprese guidata dalla Eurobuilding di Umberto Antonelli
- caricamento letture
centro_fiere_villa_potenza_progetto-5-325x183

Un’immagine del progetto del nuovo Centro Fiere

 

La privacy c’è, la privacy non c’è: un po’ come i recentissimi decreti della presidenza del Consiglio dei ministri prima annunciati che fatti e nel mezzo anche smentiti. Solo che la determina del Comune di Macerata, che annunciava la sospensione della procedura di aggiudicazione dell’appalto da 13 milioni di euro per la riqualificazione del centro fiere di Villa Potenza, era stata inserita all’albo pretorio ma senza pubblicazione degli atti perché – c’era scritto – “soggetta a privacy”. Il tempo di pubblicare la notizia che ha suscitato grande interesse e la privacy, prima indicata come necessaria, è scomparsa di colpo, il Comune di Macerata – che da un paio di mesi è senza il segretario generale – ha firmato il “contrordine” e l’atto è stato pubblicato.

antonelli

L’imprenditore Umberto Antonelli

Si scopre così che a far ricorso è stata l’associazione temporanea di imprese guidata, per l’occasione dell’appalto maceratese, dalla Eurobuilding di Umberto Antonelli, tra l’altro anche ex patron della Civitanovese e titolare della società che gestisce gli impianti sciistici di Sarnano. La Ati seconda classificata, per il tramite dell’avvocato Giovanni Maria Nori, ha chiesto “l’annullamento in autotutela della determinazione, in quanto, a suo parere, illegittima, non potendo il concorrente aggiudicatario essere ammesso per carenza dei prescritti requisiti, con conseguente richiesta di esclusione dello stesso e contestuale rideterminazione della graduatoria e aggiudicazione della gara al concorrente secondo classificato”. Motivo del contendere questioni interpretative della legge 55 del 2019. Il Comune, dal canto suo ha rilevato che “ si rende consigliabile un approfondimento istruttorio, non essendo, allo stato, intervenute pronunce del giudice amministrativo o chiarimenti in materia” ed ha dunque sospeso per trenta giorni la procedura di aggiudicazione.

(redazione CM)

Centro Fiere di Villa Potenza Il Comune sospende l’aggiudicazione Ricorso della seconda classificata

 

Centro fiere, 500 giorni per i lavori: «Opere al via in primavera, il costo è di 13 milioni di euro»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =