facebook twitter rss

Sborgia a Pasqui:
«Smetta di raccontare menzogne»

CAMERINO - Il sindaco, dopo che il consigliere d'opposizione aveva messo "mi piace" ad un post che lo insultava, risponde punto per punto alla replica dell'ex primo cittadino: «Il tempo delle chiacchiere e delle fandonie è finito»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
17 Condivisioni

 

Il sindaco di Camerino Sandro Sborgia

 

«Affinché una bugia ripetuta cento volte non diventi una verità». Con queste parole il sindaco di Camerino Sandro Sborgia inizia la sua risposta alla replica dell’ex primo cittadino Gianluca Pasqui (leggi l’articolo) dopo il “mi piace” su Facebook del consigliere d’opposizione ad un post in cui veniva insultato il sindaco e l’amministrazione. «In ordine a tutte le nostre fatiche affinché potessero essere scongiurati i pericoli di perdita del Comando Compagnia Carabinieri, di sospensione del servizio di Poste Italiane, di perdita della realizzazione della Casa di Riposo donata dalla Croce Rossa Italiana, possono rispettivamente essere chiamati a confermare il dottor Tancredi direttore regionale dell’agenzia del Demanio – dice Sborgia – la dottoressa Mensitiere della direzione Poste Italiane, la dottoressa Barbara Contini vice Segretario Generale della Croce Rossa Italiana presente unitamente al presidente della Cri sezione di Camerino Gianfranco Broglia». Il sindaco precisa: «Circa l’impossibilità di procedere alle demolizioni ricordiamo che durante l’amministrazione Pasqui l’unica demolizione eseguita fu possibile solo in seguito a ricorso amministrativo dei proprietari dello stabile che per ottenere il provvedimento di demolizione furono costretti a ricorrere al Tar delle Marche. Riguardo la mancata esecuzione della ristrutturazione del mattatoio comunale Pasqui ricorderà come durante una seduta di consiglio comunale, unitamente al consigliere Lucarelli, fu dagli stessi scaricata la responsabilità all’ufficio Suam della Regione Marche. Abbiamo dimostrato come solo attraverso l’interessamento alla vicenda si sia potuto risolvere un problema che poteva tranquillamente trovare soluzione già nel 2017 – evidenzia – Evidentemente la tutela del settore agricolo degli allevatori del nostro territorio, non era nelle priorità di quella amministrazione. Sull’ospedale di Camerino non può non ricordarsi come l’unità di Terapia Intensiva del reparto di Cardiologia fu soppressa senza che Pasqui mosse un dito, tanto era la sua attenzione verso il nostro nosocomio. Non si è accorto come nel corso dei primi mesi del 2019 il nostro reparto di Cardiologia perdeva professionisti di riconosciuta competenza quali il dottor Gemelli, il dottor Camilli, il dottor Bravetti e il dottor Bocci. Pasqui la smetta di raccontare menzogne e di distorcere la realtà – conclude il sindaco di Camerino – La stessa dottoressa Tamagnini nel corso del consiglio comunale aperto ha dichiarato che pur essendosi recata presso di lui per chiedere aiuto, non fu minimamente presa in considerazione. Questi sono i fatti. Il tempo delle chiacchiere e delle fandonie è finito».

Insulti al sindaco su Facebook, il “mi piace” di Pasqui scatena la polemica: «Chieda scusa pubblicamente»

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X