facebook twitter rss

Muore a 46 anni
stroncato da una malattia

SAN SEVERINO - Simone Stracci si è spento nella notte all'hospice. Era titolare, insieme alla sorella, di un'agenzia di assicurazioni e conosciutissimo nell'ambiente dei detectoristi, gli appassionati di metal detector. Il messaggio della figlia: «Caro babbo, resterai per sempre nel mio cuore, la tua adorata»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
1K Condivisioni

 

Simone Stracci

 

San Severino piange Simone Stracci. Si è spento questa notte a 46 anni a causa di un malattia che in poco tempo lo ha strappato all’affetto dei suoi cari. Era ricoverato nell’hospice di San Severino, le sue condizioni sono peggiorate negli ultimi giorni. I funerali si terranno domani pomeriggio alle 15 nella chiesa di San Domenico a San Severino. Era titolare, insieme alla sorella, di un’agenzia di assicurazioni a San Severino. Lascia la madre Mattea, la sorella, la nipote ed il cognato e sua figlia. La piccola gli ha dedicato un manifesto con un cuore rosso, che racchiude al suo interno le parole «Caro babbo, resterai per sempre nel mio cuore, la tua adorata». Simone, grande appassionato della natura, in passato frequentava spesso Elcito, era conosciutissimo nell’ambiente dei detectoristi, gli appassionati di metal detector, dove partecipava alle competizioni di settore, di cui una gara importante l’aveva vinta solo pochi mesi fa. «Oggi con grande dolore ho appreso della scomparsa di Simone – lo ricorda l’amico Roberto nel gruppo dei detectoristi – ha lottato fino all’ultimo respiro, grande persona e grande detectorista, siamo vicini nel dolore ai familiari, resterai sempre nei nostri cuori, riposa in pace». Così lo ricorda il gruppo di appassionati Smart metal detecting: «Ci lascia questa notte Simone Stracci, un grande personaggio del metal detecting italiano, forse qualcuno di voi l’avrà incontrato ad uno dei tanti raduni a cui era solito partecipare ed anche organizzare. Da qualche tempo aveva contratto un brutto male e purtroppo non ce l’ha fatta». Al ricordo si aggiunge Sonia, altra appassionata detectorista: «Oggi per tutti noi è una giornata triste perché ci ha lasciato un caro amico, un grande uomo, ed un detectorista appassionato. Simone Stracci poche ore fa ha concluso il suo viaggio tra noi, lasciando un grande vuoto, colmato solamente dalla certezza che rimarrà sempre nei nostri ricordi e nel nostro cuore. Un abbraccio alla famiglia che sia di sincera consolazione, oggi nel cielo splende il sole perché c’è un nuovo angelo ad illuminarlo». Profondamente scossi dalla tragedia anche i componenti del gruppo comunale di Protezione civile, in particolare Dino Marinelli e i colleghi volontari con i quali Simone aveva condiviso l’attività e la formazione di una squadra dedicata, in particolare, all’antincendio boschivo. Profondo cordoglio alla notizia della prematura scomparsa del giovane volontario è stata espresso anche dal sindaco di San Severino Rosa Piermattei.

(m. o.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X