Giovane ferito alla stazione,
aggressori presi ai giardini Diaz

MACERATA - La polizia ha rintracciato l'uomo e la donna. Il ragazzo, colpito al volto con una bottiglia di vetro, è stato trasferito ad Ancona per un intervento chirurgico. I due, interrogati, sono a disposizione dell'autorità giudiziaria
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

aggressione-stazione-1-650x488

 

AGGIORNAMENTO DELLE 16, 50 –  Sono stati presi gli aggressori che verso le 12,30 di oggi hanno ferito un ragazzo alla stazione. Si tratta di un uomo (ghanese) e una donna (italiana), che appena poco dopo l’aggressione sono stati rintracciati dalla polizia ai giardini Diaz. Sia il ferito che le persone fermate erano già note agli agenti della squadra Volante e della Squadra mobile, i quali in base alle semplici descrizioni della vittima sono subito risaliti alle generalità dei sospettati. Tra l’aggressione e il fermo ai giardini Diaz, sono state anche perquisite le abitazioni dei due, senza che venisse trovato nulla di significativo. I due sono stati interrogati in questura dagli inquirenti, che stanno cercando di ricostruire movente e dinamica dell’aggressione. Sono a disposizione dell’autorità giudiziaria. 

***

aggressione-stazione-2-325x244

“C’è un ragazzo a terra sanguinante davanti alla stazione” è la chiamata arrivata al 118 attorno alle 12,30. Un giovane del Gambia è stato colpito ripetutamente con una bottiglia di vetro ed è stato trovato steso davanti alla stazione di Macerata. E’ rimasto ferito al volto. Portato in codice rosso al pronto soccorso, non è in pericolo di vita. Dovrà essere trasferito all’ospedale di Torrette ad Ancona per un intervento chirurgico. Sul posto il 118 per i soccorsi e la polizia per i rilievi. La dinamica è al vaglio degli inquirenti. Gli agenti della Squadra mobile stanno setacciando l’area alla ricerca degli aggressori, un uomo del Ghana e una donna italiana. 

L’aggressione, per quanto dichiarato dalla vittima, è riconducibile verosimilmente ad una storia sentimentale che quest’ultimo intratteneva con una ragazza italiana che nella circostanza era in compagnia dell’aggressore.

(redazione CM)

 

aggressione-stazione-3-650x488

aggressione-stazione



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X