Nuovo commissario alla ricostruzione,
appello social pro Pazzaglini

VISSO - Il senatore leghista e sindaco di uno dei centri più colpiti riceve il sostegno di alcuni volontari che hanno aiutato i terremotati della zona, insieme ad oltre trenta persone colpite dal sisma
- caricamento letture

Pazzaglini-Salvini

Giuliano Pazzaglini e Matteo Salvini

 

«Signor ministro dell’Interno e segretario della Lega, tutti i terremotati del Centro Italia vogliono il senatore Pazzaglini nuovo Commissario straordinario alla ricostruzione, la sua competenza, la sua onestà, il suo essere sindaco in prima linea di un comune come Visso che ha subito danni enormi meritano questo incarico». E’ questo l’appello al ministro dell’Interno Matteo Salvini, che gira in queste ore per il web e che sta diventando virale sui social. A lanciarlo per primo alcuni volontari che hanno aiutato i terremotati della zona, insieme ad oltre trenta persone colpite dal sisma. Nel post che raffigura Pazzaglini accanto a Salvini, si legge l’appello, che riscuote favori tra i commentatori. Sin dai primi mesi dopo il terremoto, in qualità di sindaco di Visso, Pazzaglini si è subito distinto per le critiche al sistema normativo a suo parere troppo centralizzato e non adatto alla realtà dei piccoli borghi dell’entroterra marchigiano. La ricetta di Pazzaglini è di tornare al modello della ricostruzione umbro-marchigiana del 1997 che ha funzionato efficacemente. Uno dei punti a cui il senatore tiene molto è quello di un testo unico sulle norme del sisma, ad un’interpretazione univoca di quanto emanato. Pazzaglini ha indicato la necessità di superare il problema delle piccole difformità, delle cosiddette casette abusive, dei controlli preventivi su ogni passaggio che bloccano ed allungano l’iter burocratico delle pratiche. E’ stato lui a predisporre quanto contenuto nel contratto di governo riguardo al terremoto.

(M. Or.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X