Macerata piange Tommaso Brutti

LUTTO - Conosciutissimo in città, è morto ieri sera a 50 anni dopo aver lottato a lungo contro una malattia. Lascia la moglie e una figlia. Lavorava all'Inps, tifosissimo della Maceratese e tra i fondatori dell'F.C. Macerata 1921. Domani alle 10 al cimitero un saluto commemorativo
- caricamento letture

 

tommaso-brutti

Tommaso Brutti

 

Ha lottato a lungo contro una malattia, è morto ieri sera a 50 anni Tommaso Brutti. Conosciutissimo a Macerata, lavorava all’ufficio legale dell’Inps. Era un grandissimo tifoso della Maceratese che seguiva dovunque (la sua ultima trasferta fu in quel di Mestre per onorare un suo grande amico, Tito Bergamo) e uno dei fondatori, nel 2003, del F.C. Macerata 1921, squadra che fino alla scorsa stagione ha calcato da protagonista i campi della terza categoria (centrando anche una promozione in Seconda), di cui era la vera anima. Laureato in giurisprudenza, era la punta di diamante di “Goal”, un giornalino sulla Maceratese che era nato verso la fine degli anni ottanta dove scriveva con lo pseudonimo di “Taleban 037” e che veniva distribuito nelle partite casalinghe della squadra. La camera ardente è allestita all’obitorio dell’ospedale di Macerata. Lascia la moglie e una figlia. Domani mattina alla 10 al cimitero si terrà un saluto commemorativo.

Redazione CM



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X