E’ di nuovo Lube
Trento ko a Civitanova

VOLLEY A1 - Nel big match della quinta giornata di SuperLega i biancorossi superano la Diatec con un netto 3 a 0. Dopo la sconfitta a sorpresa patìta a Latina gli uomini di coach Medei mettono in campo tutta la loro forza, battendo lo stesso avversario contro cui avevano trionfato nella finale Scudetto di maggio. Ricordato prima della partita Gabriele Costantino, il tifoso morto sugli spalti dell'Eurosuole Forum lo scorso 22 ottobre
- caricamento letture

 

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-15-650x433

La Lube esulta, battuta la Diatec Trentino

 

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-3-325x217

I tifosi della Lube

 

di Mauro Giustozzi

(foto di Federico De Marco)

Riscatto Lube. Dopo la caduta di Latina i biancorossi si rialzano immediatamente battendo con un secco 3-0 Trento al termine di una gara molto equilibrata, con due set chiusi ai vantaggi, che ha visto la squadra di Medei condurre e gli ospiti bravi ad inseguire punto a punto. Diatec molto fallosa al servizio, zavorrata da questo fondamentale. Al contrario di una Lube che ha avuto qualche passaggio a vuoto, mantenendo però una certa continuità all’interno della sfida e confermandosi superiore nei momenti decisivi della sfida. Spettacolare il secondo parziale, concluso ai vantaggi dai cucinieri solamente alla sesta palla set ed anche il recupero ospite nel terzo arrivato ancora ai vantaggi, che però non si è concretizzato per allungare la sfida. Ottima la prestazione di Taylor Sander, tra i migliori assieme all’ex Sokolov mano calda sui punti pesanti della gara. Trento che per un set e mezzo ha fatto a meno dell’opposto titolare Luca Vettori. Un ottimo viatico questo successo per i marchigiani sia per la classifica ma anche in vista della partitissima di domenica prossima al Pala Panini di Modena, big-match del prossimo turno di Superlega.

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-16-650x433

L’applauso dei giocatori ai propri tifosi

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-9-325x217Sander vince la sfida a distanza con Lanza e trascina la Lube ad un successo di platino contro un avversario tostissimo, capace di impegnare in due dei tre set i marchigiani in un appassionante finale ai vantaggi. Dove, nel punto a punto, la squadra di Medei si è dimostrata più esperta e capace di reggere la pressione rispetto a quella di Lorenzetti. Uscita a testa alta comunque dall’Eurosuole Forum, condotta da un Lanza superlativo in attacco (62%) che ha reso dura la vita agli avversari. Come ha fatto sull’altro fonte lo statunitense di Civitanova: col 58% in attacco e 2 muri, ma anche col 55% in ricezione con appena 2 errori su 29 palloni giocati, Sander si è meritato la palma di mvp della serata. E’ una Lube che, però, deve migliorare e crescere nella gestione della partita e anche nella continuità che talvolta è mancata. Ma con un successo si può lavorare con maggiore serenità. A sorpresa Trento lascia fuori l’opposto Vettori sostituito dall’estone Teppan, oltre all’assenza annunciata di Uros Kovacevic in panchina. Dal canto suo Medei si affida al sestetto uscito sconfitto a Latina, con Sander e Candellaro in campo e capitan Stankovic ancora in panchina.

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-1-325x217

Capitan Dragan Stankovic dopo aver deposto un mazzo di fiori sul seggiolino dove si trovava Giuseppe Costantino quando ha accusato il malore fatale

Prima dell’inizio della gara proprio il giocatore serbo deposita un mazzo di fiori nel seggiolino abitualmente occupato da Giuseppe Costantino, il tifoso deceduto al palazzetto una decina di giorni fa (leggi l’articolo), tra gli applausi degli sportivi presenti. Avvio di gara nel segno di un paio di errori di Sander e Civitanova fallosa, con la Diatec che ne approfitta. Ci pensa l’ex Juantorena a suonare la carica con un paio di attacchi che fanno volare i biancorossi prima sul 7-5 poi con Candellaro e Sokolov sull’11-6. Ma i ragazzi di Lorenzetti non si disuniscono: non perdono il filo del loro gioco e piazzano un break di 5-1 che li riporta in partita, con l’ace di Lanza che firma la parità a quota 13. Sfida che torna ad essere appassionante, punto a punto. L’accelerazione decisiva nel finale la piazza la squadra di Medei: con i centrali Cester (attacco ed ace sporco su Lanza) e Candellaro che scavano il break che fa la differenza, prima che i grandi ex Sokolov e Juantorena chiudano i giochi del primo parziale. Avvio di secondo set imperioso dei dolomitici che piazzano prima uno 0-3 poi il 2-5.

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-2-650x434

 

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-4-325x217Civitanova però non si scompone più di tanto: non appena Juantorena si porta al servizio la partita cambia volto. E’ grazie alle sue battute che la Lube mette in affanno la ricezione trentina. Con un filotto di cinque punti (conditi da 3 muri) i biancorossi mettono la freccia e tornano rapidamente in partita annullando il gap (7-5). Sfida in altalena fino a quando la Lube non piazza un altro break nel segno di Sokolov (ace) e Sander attacco vincente che vale il 12-10. Si combatte molto sotto rete, con muri da una parte e dall’altra. Civitanova resta lucida nel punto a punto, mentre Lorenzetti sul 18-16 getta nella mischia Vettori che si segnala subito con due attacchi vincenti. Finale di set ancora una volta in volata: un ace beffardo di Zingel su Juantorena regala il 23-23, ma il martello italo-cubano si rifà subito piazzando l’attacco che regala la palla set ai suoi. Annullata da Hoeg dopo un paio di contrattacchi falliti da Sokolov.

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-7-325x217

Ai vantaggi inizia un’altra partita: zeppa di errori al servizio sui due fronti (in particolare quello trentino) che prolungano il parziale, sino alla sesta palla set chiusa da un attacco out di Vettori per il 2-0 biancorosso. Squadra di Lorenzetti spalle al muro: può solo vincere il terzo parziale per allungare la sfida. Civitanova pigia subito l’acceleratore (4-1) salvo subire il ritorno della Diatec (5-4) nei primi scambi. Torna a farsi sentire l’attacco della squadra di Medei che trova in Sander un terminale preciso ed efficace per l’8-5. E’ il martello americano il protagonista del parziale con alcuni attacchi spettacolari ed altri baciati da un pizzico di buona sorte. Così Civitanova se ne va sul 12-8 ipotecando set e partita. Diatec però che tira fuori tutto l’orgoglio: Vettori riporta in quota i suoi (18-18). Per l’ennesimo finale di set palpitante. L’ace di Giannelli regala il vantaggio a Trento (22-23) che si conquista anche una palla set fallita da Teppan. Ospiti che ne falliscono un’altra mentre Civitanova alla terza palla match chiude su attacco out di Vettori. E può tornare a sorridere.

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-5-650x434

 

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-13-325x217

Coach Giampaolo Medei

Le voci dei protagonisti:

TAYLOR SANDER: “Era importante vincere questa partita per noi e abbiamo dato tutto in campo per riuscirci. Giocare così spesso ci toglie molte energie ma abbiamo voluto fortemente riscattarci dopo il ko di Latina. Per me il ritorno nella Superlega non è stato semplice: ho ritrovato un campionato di alto livello, mi sto riambientando e sono felice della prestazione offerta e di quella della squadra. Ma possiamo e dobbiamo fare ancora meglio di stasera”.

GIAMPAOLO MEDEI: “Dopo il ko di Latina mi attendevo una reazione della squadra che è arrivata. Un successo molto importante che ci voleva in questo momento e che dimostra come il gruppo sia unito, motivato ancor più dopo quanto accaduto nella pesante sconfitta incassata a Latina. Detto questo dobbiamo fare molto per arrivare al livello che questa squadra può e deve mettere in campo. Da migliorare la continuità e la gestione dei vantaggi che abbiamo avuto e non sfruttato al meglio. Ciò che ho apprezzato della partita della mia squadra è stato il carattere di non mollare mai, il buon lavoro fatto in difesa ed anche il non essersi scomposti mai nonostante Trento ci abbia rimontato e portato due volte ai vantaggi nei parziali. L’obiettivo è quindi quello di elevare la qualità del nostro gioco anche perché sono tanti gli obiettivi e le partite difficile che ci attendono. A cominciare da quella di domenica prossima a Modena”.

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-8-325x217Il tabellino:

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sander 17, Candellaro 4, Christenson 4, Juantorena 9, Cester 6, Grebennikov (L), Kovar, Stankovic. NE.: Marchisio, Casadei, Milan, Zhukouski. All. Medei.

DIATEC TRENTINO: Hoag 11, Carbonera 3, Giannelli 1, Lanza 20, Zingel 7, Teppan 4, De Pandis (L), Kozamernik 2, Vettori 4. NE.: Kovacevic, Cavuto, Chiappa (L), Partenio. All. Lorenzetti.

ARBITRI: Rapisarda e Goitre.

NOTE: spettatori 3586, incasso di 45609 euro. Durata set: 27’, 34’, 34’ totale 95’. Lube: bs. 16, v. 5, m. 8, e. 35. Diatec: bs. 20, v. 3, m. 5, e. 28.

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-14-650x434

 

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-12-650x433

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-11-650x434

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-6-650x434

lube-volley-diatec-trentino-civitanova-FDM-10-650x433



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X