Il Pd cerca l’unione con Ricottini,
“un uomo che vive i problemi del sisma”

VERSO IL CONGRESSO - A proporre il nome dell'ex sindaco di Acquacanina è stato Claudio Castelletti, primo cittadino di Fiastra: "Insieme abbiamo lavorato alla fusione dei nostri Comuni. Ha sempre pensato al bene della comunità. Qualcuno ha già detto sì". Una candidatura che ha trovato consensi
- caricamento letture
ricottini-e-castelletti-2-400x314

Da sinistra Giancarlo Ricottini e Claudio Castelletti

 

di Federica Nardi

Il Pd in cerca di un segretario provinciale che metta d’accordo tutti, forse l’ha trovato. Si tratta del sindaco che si è fatto indietro, dimettendosi, per fondere i comuni di Acquacanina e Fiastra. Conosce il partito, i problemi del terremoto, e non gli interessano le poltrone. Per la segreteria del Pd da rinnovare il nome unitario potrebbe essere proprio lui: Giancarlo Ricottini. A proporlo il sindaco di Fiastra, Claudio Castelletti: “Ha dimostrato di essere attaccato al partito ma di non essere attaccato alla poltrona. Insieme abbiamo lavorato per la fusione dei Comuni e lui si era dimesso tempo prima per agevolare il processo, facendo quindi un passo indietro. Pensando al bene della comunità”. E qualche sindaco già si è lasciato conquistare dalla proposta: “Qualcuno ha detto sì – rivela Castelletti -. speriamo che gli altri accettino. L’importante è che sia una persona che unisce, perché questo è l’obiettivo. Inoltre vive nel cratere e conosce le problematiche che sta affrontando il territorio”. La candidatura di Ricottini è la prima dopo l’appello prima dei renziani e poi di 12 sindaci dem a riaprire il dialogo su chi candidare per la segreteria provinciale. All’inizio l’unico nome in lizza era stato quello di Francesco Vitali, attuale segretario, sostenuto dall’ala Sciapichetti, Comi, Manzi, Giannini. Alla mancanza di dialogo i renziani, guidati dal senatore Mario Morgoni, avevano risposto candidando Osvaldo Messi, sindaco di Appignano. Ma chiedendo allo stesso tempo ai colleghi di partito di individuare altre candidature per trovare un nome che potesse rappresentare tutte le anime del Pd. Insomma, lavori in corso. Anche se la scadenza del 2 ottobre, termine ultimo per presentare le candidature, si avvicina.

Segreteria Pd, l’appello di 12 sindaci: “Serve quella partecipazione mancata nell’emergenza terremoto”

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =