Civitanovese, gli ultras:
“Non sosterremo il progetto di Profili”

CAOS ROSSOBLU - Netta presa di posizione nei confronti della nuova proprietà, dopo un incontro avuto con il patron e il direttore Enzo di Meo, da parte della tifoseria organizzata: "Faremo di tutto per impedire che questi personaggi affrontino un qualsiasi campionato con il nome della nostra beneamata"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

civitanovese-vastese-15-325x217

I tifosi della Civitanovese

 

«Non sosterremo il loro progetto e faremo di tutto per impedire che questi personaggi affrontino un qualsiasi campionato con il nome della nostra beneamata U.S. Civitanovese 1919». E’ una presa di posizione netta quella dei Civitanovesi Ultras. Il gruppo del tifo organizzato rossoblu, in una nota, si schiera apertamente contro il patron Mauro Profili e il direttore Enzo Di Meo. I sostenitori, dopo aver dichiarato di aver incontrato le due figure di riferimento del club lo scorso 22 agosto, spiegano i motivi della loro scelta che «seppur sofferta, deriva da vari fattori che riteniamo giusto che tutti conoscano». Sono sei le motivazioni che hanno portato gli ultras ad un punto che segna una frattura, forse insanabile, del pur breve rapporto con la nuova proprietà rossoblu. «E’ assurdo che a un mese dalla sua nascita la Civitanovese di Profili è un’entità quasi inesistente, non ha ancora un chiaro organico (presidente, dirigenti, sponsor, etc.) e non si è mai presentata alla città». Questo il primo punto nella nota, che continua così: «Non tolleriamo che all’interno della società girino strani personaggi provenienti da chissà dove con un passato tutt’altro che pulito. Crediamo inoltre che una persona che professa di aver preso la Civitanovese per passione debba almeno avere il coraggio di intestare la società a se stesso», sostengono i tifosi. «Consideriamo l’incontro avvenuto tra Profili e Bresciani una gravissima mancanza di rispetto verso tutti i tifosi. Riteniamo assurdo che si affronti un campionato di Prima categoria (o Promozione nella migliore delle ipotesi) con giocatori provenienti da tutto il mondo quando nel comprensorio civitanovese ci sono buoni calciatori che giocherebbero anche gratis per questi colori», sottolineano i Civitanovesi Ultras per poi concludere con l’ultimo aspetto che li ha portati a decidere di non sostenere il progetto Profili: «la Civitanovese, a nostra memoria, ha sempre partecipato alla Coppa Italia della propria categoria, solo questi personaggi sono riusciti a non iscriverla a tale competizione».

Civitanovese, il futuro in mano al Coni

Quattro argentini per la Civitanovese



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X