Letta e Prodi a San Ginesio
per la rinascita dell’Appennino

RICOSTRUZIONE - I due ex presidenti del consiglio sabato nel borgo per il laboratorio ideato dalla Fondazione Aristide Merloni e dall'Unesco sulla costruzione di una "Città ideale" delle aree interne. Presente anche l'ex commissario europeo Joaquin Almunia
- caricamento letture

 

Letta_Prodi_Foto-LB

Da sinistra Enrico Letta e Romano Prodi l’anno scorso allo Sferisterio

 

Enrico Letta e Romano Prodi a San Ginesio per la giornata conclusiva del progetto #Rinasco. Sabato 22 i due ex presidenti del consiglio saranno presenti nel borgo per il laboratorio ideato dalla Fondazione Aristide Merloni e dall’Unesco sulla costruzione di una “Città ideale” delle aree interne, per la ricerca di un nuovo modello di sviluppo sostenibile e innovativo. In piazza Alberico Gentili, sabato alle 17, il direttore generale Unesco, Irina Bokova, Francesca e Francesco Merloni, con Gian Mario Spacca, presenteranno i progetti per il rilancio dopo il terremoto. Proposte concrete, con il contributo di 13 personalità di spicco del panorama economico, politico e culturale internazionale, dell’Unesco e della rete delle Città creative. Per il comitato scientifico della Fondazione Merloni saranno presenti anche il presidente Enrico Letta, Romano Prodi e l’ex commissario europeo Joaquin Almunia.

foto-Francesca-Merloni

Francesca Merloni

 

In particolare, per San Ginesio sarà presentato e inaugurato negli ambulatori dell’Asur un Health point, un centro di telemedicina per anziani insieme a Namìrial s.p.a., mentre in piazza sarà illustrato il progetto Dynamic maps for the security of territory, una rete di sensori per “iperconnettere” il territorio, con Enel e-distribuzione e Ericsson. L’obiettivo, perseguito integrando principi, riflessioni e analisi di Unesco e delle Città creative, è quello di impegnare società civile italiana, europea e internazionale, fuori da ogni burocrazia. Il progetto #Rinasco ha le sue basi in centinaia di interviste, gruppi di ascolto, e una minuziosa raccolta dati che il Censis ha eseguito per costruire un quadro dei bisogni e delle energie vitali dell’Appennino. «Abbiamo individuato 10 “tribù” – spiegano dall’istituto di ricerca – che possono aiutare le nostre montagne a reagire, a superare la crisi e il terremoto». Per ciascuna di loro, a #Rinasco, sarà presentato un progetto concreto, agile, rapidamente operativo. Durante la giornata, alle 18,30, all’ingresso del teatro Leopardi, sarà inaugurata la mostra Omphalos – Terrae Motus, a cura di Rossella Vasta, con installazione interattiva di Paolo e Alex Buroni, che vedrà protagonista la copia di Amore e Psiche proveniente dalla sezione moderna della pinacoteca civica Scipione Gentili. Prodi e Letta saranno in provincia anche domani sera (venerdì) alla prima dello Sferisterio a Macerata. Lo stesso Prodi sarà domenica mattina a Civitanova per la festa dei 50 anni del gruppo Lube.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X