Partita di cocaina purissima,
due persone in manette

MACERATA - Il rendez-vous alla chiesa di Santa Croce dove due moldavi sono stati arrestati ieri sera dalla Squadra mobile. Trovati 330 grammi di droga in pasta. Lo stupefacente nascosto in una scatola di tonno chiusa ermeticamente e prodotta in Ecuador
- caricamento letture
Al centro il capo della Squadra mobile, Alessandro Albini, con gli uomini della sezione antidroga

Al centro il capo della Squadra mobile, il vice questore aggiunto Alessandro Albini, con i poliziotti della sezione antidroga

 

arresto-moldavi-cocaina-squadra-mobile-5

La scatoletta con all’interno la pasta di cocaina

 

di Gianluca Ginella

I corrieri che portavano pasta di cocaina purissima sono arrivati ieri sera alla chiesa di Santa Croce di Macerata. Due moldavi, giunti a bordo di una Bmw, che si sono fermati su piazza Indipendenza, in attesa. Ad arrivare però non sono stati clienti o complici, ma i poliziotti della sezione antidroga della Squadra mobile di Macerata che avevano avuto notizia dell’arrivo in città di un ingente quantitativo di pasta di cocaina purissima. Una informazione che ieri sera ha portato i poliziotti ad appostarsi in piazza Indipendenza, davanti alla chiesa. Alle 21 sulla piazza è arrivata una Bmw. A bordo c’erano due uomini: B. I., 34 anni, che era al volante, e B. N., 35, che gli stava seduto a fianco. Posteggiata l’auto i due uomini, entrambi moldavi, sono scesi dall’auto e uno di loro, il 35enne, ha iniziato ad armeggiare nel bagagliaio. Questo mentre l’altro si guardava intorno a pochi metri di distanza dal complice. I poliziotti hanno deciso di intervenire. Prima hanno fermato i due uomini, poi hanno controllato l’auto. A bordo c’erano diverse confezioni di cibo in scatola. Gli agenti hanno poi deciso di portare i due uomini in questura. Lì hanno controllato tutto quanto rinvenuto sull’auto. C’era anche una scatola di tonno, chiusa ermeticamente, prodotta in Ecuador, con l’etichetta “Facundo Pasta de Guajaba”. I poliziotti hanno deciso di aprire la scatola. All’interno c’erano 330 grammi di cocaina purissima in pasta. La droga, arrivata direttamente dal Sud America, una volta tagliata avrebbe reso 1.200 dosi, secondo una stima della polizia, per un valore di 80mila euro. I due moldavi sono stati arrestati e si trovano nel carcere di Camerino.

(Servizio aggiornato alle 14,50)

arresto-moldavi-cocaina-squadra-mobile-1

mobile-arresti-cocaina-moldavi

arresto-moldavi-cocaina-squadra-mobile-6



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =