Concato incanta al premio Gargioni
e Costamagna promette:
“Una via per il musicista scomparso”

CIVITANOVA - L'artista milanese si è esibito in piazza XX Settembre per una serata dedicata al maceratese scomparso. Tra il pubblico a sorpresa Enrico Ruggeri, con la moglie, di ritorno dal concerto ad Amandola. Dal palco, l'ex presidente del consiglio, svela una proposta: "Mi è rimasto un unico potere,- presiedere la commissione toponomastica, porterò la proposta di intitolare una strada a Carlo in questa città"
- caricamento letture

 

 

Fabio Concato a Civitanova

Fabio Concato a Civitanova

premio gargioni - fam gargioni - civitanova (9)

La madre e le sorelle di Carlo Gargioni insieme all’assessore Cristiana Cecchetti e a Ivo Costamagna

 

di Laura Boccanera

(foto Federico De Marco)

Una via intitolata a Carlo Gargioni, a Civitanova. La promessa la strappa Ivo Costamagna, ex presidente del consiglio comunale rimasto isolato rispetto alla maggioranza e che dal palco di piazza XX Settembre, ieri sera, per l’evento dedicato al musicista maceratesee che ha visto anche l’arrivo di Fabio Concato, fa valere l’unico potere che gli è rimasto, quello di presidente della commissione Toponomastica. L’annuncio arriva sul finale, dopo una serata di emozioni per ricordare il musicista scomparso e voluta dall’amministrazione comunale e dagli organizzatori del premio Gargioni per giovani talenti della musica. Alla presenza della mamma e delle sorelle di Gargioni, Costamagna, che dell’artista era amico fraterno, esordisce così: «Gli intitoleremo una via a Civitanova». Poi la sorpresa. Mimetizzato tra il pubblico spunta anche Enrico Ruggeri con la moglie. Ad Amandola la sera precedente per un concerto, l’artista milanese è stato a cena al ristorante Mescola.eat e poi si è confuso fra gli spettatori.

La piazza a Civitanova

La piazza a Civitanova

 

E’ stata una serata di spettacolo e di novità quella di ieri sera in piazza XX Settembre con ospite d’onore Fabio Concato che nonostante l’aria frizzante di fine agosto non si è risparmiato proponendo una carrellata di 6 successi: Ti ricordo ancora, Fiore di maggio, Domenica bestiale, Rosalina, Guido Piano e Carlo che sorride, dedicata proprio a Gargioni con cui ha condiviso parte della sua carriera. «Sono felice stasera di essere qui a ricordare una persona perbene – ha detto Concato –  mi sento vecchio a dire così, ma Carlo era questo, un musicista talentuoso e un grande amico. Mi piace abbracciare idealmente tutti quelli che gli hanno voluto bene. Grazie di essere qui e a chi ha voluto organizzare questa cosa».  L’amministrazione comunale ha poi consegnato una targa al cantautore come ringraziamento per la sua presenza.

Irene Castignani

Irene Castignani

La serata, condotta da Daniela Gurini, si è aperta con l’esibizione dei giovani talenti dell’edizione 2015 del premio Gargioni: Federica Torresi e Eleonora Orso, Riccardo Rolfini, con la band Karmakoma, Alessia Rolfini, Alessia Gismondi e la vincitrice del premio Irene Castignani che al termine del concerto ha cantato “Giorni” scritta da Gargioni per Maria Letizia Berdini. E poi Gaia Ciccioli, Raide Roger. Un tributo al cantautore scomparso è stato tributato dal Maestro Angelo Carassai che ha cantato “Vorrei amore vorrei” scritta da Carlo per Fausto Leali e da Matteo Borghi che ha cantato Portami a ballare di Luca Barbarossa, una canzone legata a Gargioni che la suonò al piano a Sanremo. Nel corso della serata non è mancato anche un momento dedicato all’Ail con la presenza del dottor Carlo Centurioni.

Ma poi quando entra, la piazza è tutta per Concato. Intimo e quasi familiare l’artista ha scambiato numerose battute col pubblico e con un suo fan arrivato fin sotto il palco. Lascia parecchie volte le strofe incomplete per sentire l’abbraccio dei suoi che non perdono l’occasione e in un coro unanime intonano i ritornelli dei suoi brani più famosi. E poi a sorpresa durante i saluti di Costamagna e dell’assessore Cristiana Cecchetti ai familiari di Gargioni una promessa: «Mi è rimasto un unico potere – dice l’ex presidente del consiglio – presiedere la commissione toponomastica, porterò la proposta di intitolare una via a Carlo Gargioni in questa città».

Raide Roger

Raide Roger

premio gargioni - civitanova (1)

premio gargioni - civitanova (6)

premio gargioni - civitanova (2) Daniela Gurini

Daniela Gurini

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X