Scuola Vergini: 27 emendamenti,
il funzionario non firma
ma la variante passa

MACERATA - Semaforo verde per la delibera nonostante il muro di osservazioni del consigliere Roberto Cherubini: "Nell'atto ci sono cose che fanno saltare sulla sedia". Parere negativo di Maurizio Bonotti, architetto dell'Ufficio urbanistica. Deborah Pantana: "Qualcosa non va se i funzionari devono costruire emendamenti per la minoranza". La replica di Carancini. "Se fosse vero che i tecnici confondano il proprio lavoro con un'opinione politica sarebbe un disastro"
- caricamento letture
Cherubini_Foto lB

Il consigliere del M5S Roberto Cherubini

di Claudio Ricci

(foto di Lucrezia Benfatto)

«La nuova scuola non s’ha da fare». Al grido di manzoniana memoria, il M5S osteggia la variante urbanistica per la realizzazione del plesso nel quartiere Vergini di Macerata. Una battaglia già annunciata in sede di commissione Ambiente (leggi l’articolo) e consumata a colpi di emendamenti in Consiglio comunale. 27 le osservazioni presentate dal consigliere Roberto Cherubini di cui 9, discusse punto su punto, su imprecisioni grammaticali e ortografiche. La delibera presentata d’urgenza dall’amministrazione è stata comunque approvata con 18 voti a favore (maggioranza) e l’astensione proprio del M5S. La modifica al piano regolatore che prevede il ridimensionamento del crinale sud dell’area su cui sorgerà la scuola ha incontrato la resistenza dell’opposizione per le perplessità espresse Maurizio Bonotti, uno dei funzionari dell’ufficio urbanistica.

«Abbiamo ricevuto 100 mega di documenti due giorni prima della Commissione – ha detto Cherubini – e una nota del responsabile ufficio urbanistica Bonotti con parere negativo sull’atto. Chiedo il rinvio della discussione per prepararci. Ci sono cose che fanno saltare sulla sedia. Quella scuola è eccellente e per anni ci è stato promesso che sarebbe stata ristrutturata. Per la ristrutturazione c’è un progetto che abbiamo pagato tutti. Quella è una zona protetta e la viabilità non è stata per niente prevista. Ci sono piantine sbagliate con strade inesistenti».

Sacchi_Pantana_Foto LB (2)

Riccardo Sacchi e Deborah Pantana di Forza Italia

L’urgenza della delibera e le perplessità espresse da Bonotti hanno scatenato il fuoco dell’opposizione, innescando in un secondo momento il lungo valzer degli emendamenti che si è concluso a tarda serata. «Se chi lavora per noi non è ascoltato al punto da arrivare a costruire emendamenti portati da consiglieri credo che ci sia qualcosa che non va – ha detto Deborah Pantana (Fi) – E’ una questione tutta politica su cui il presidente del Consiglio deve mettere le mani».

Alfei_Tardella_Menghi_Foto LB

L’attacco di Anna Menghi a destra Marco Alfei (M5S), dietro Maria Francesca Tardella

Dura anche Anna Menghi: «L’ufficio urbanistica da tempo soffre di problematiche. C’è un’indagine della procura molto vasta che sta passando al vaglio tutto. E’ grave che un funzionario che conosciamo tutti si rifiuti di firmare quell’atto». Secondo Andrea Marchiori (Fi) «la diatriba interna all’ufficio è tuttora in atto. Il responsabile dell’ufficio tecnico si è rifiutato di prendersi la responsabilità. A livello politico non credo che ci siano consiglieri contrari alla costruzione di una scuola al quartiere Vergini. Non vogliamo ostacolare iniziative virtuose. L’augurio però è che non si ripeta più un fatto del genere e che l’amministrazione risolva all’origine eventuali divergenze».

Casoni_Cardarelli_Foto LB (2)

Gli assessori all’Urbanistica e al Bilancio Paola Casoni e Marco Caldarelli

Presentare emendamenti su punti, spazi o virgole mancanti fa scadere l’opposizione riducendo la sua azione a mero ostruzionismo – è lo sfogo dell’assessore all’Urbanistica Paola Casoni – La variante segue uno dei punti cardine del mandato: dare un ambiente scolastico migliore rispetto al vecchio plesso. Il nuovo edificio rispetta i canoni che prevedono zone flessibili e a contatto con l’ambiente esterno. La scuola diventerà fulcro del quartiere (utilizzo della palestra o degli spazi della scuola da parte dei cittadini). Abbiamo volutamente limitato la dimensione edificabile per rispettare l’ambiente e analizzato il traffico con simulazioni. Con il provvedimento d’urgenza abbiamo voluto anticipare la delibera per non imbatterci nella trasformazione delle province».

 

Carancini_Foto LB (3)

Il sindaco Romano Carancini

Deciso il contrattacco del sindaco Romano Carancini che difende a spada tratta uno dei punti fondamentali del proprio mandato già inserito nel programma amministrativo del 2010. «Come mai una delibera di adozione di una variante urbanistica suscita un interesse così particolare? – è la domanda di Carancini – E’ una situazione abbastanza strana. Pantana dice che gli emendamenti glieli ha costruiti qualcuno dell’ufficio tecnico. E’ una cosa grave. Se fosse vero che qualche funzionario ha messo insieme il proprio impegno tecnico con un’opinione politica sarebbe un disastro. Sono contento che la Procura controlli, certi fatti sono anomali. Magari ci potrebbe essere qualche indagine. Ma sono sicuro che non è così. Di vero c’è che la scelta politica di realizzare una scuola nuova in un nuovo ideale per la città. C’è piena legittimità in questa adozione definitiva perché ce lo dicono gli organi competenti. Nel programma invece il M5S non dice mezza parola su quello che si vuole fare sulla scuola delle Vergini. Tante volte camminare nell’ambiguità fa comodo». Approvato con 20 voti a favore, 4 astenuti e 2 contrari (M5S) la variazione di bilancio sulla Raci. «La rassegna è andata bene – ha detto l’assessore al Bilancio Marco Caldarelli – e la valutazione di spesa si attesta su una spesa inferiore a quanto previsto e comunque in equlibrio con le entrate».

Luciani_Marchiori_Sacchi_Foto LB

Francesco Luciani (Idea Macerata), Andrea Marchiori e Riccardo Sacchi (Fi)

Mosca_Pantanetti_Foto LB

Maurizio Mosca di Città Viva con il presidente del Consiglio Luciano Pantanetti

Valentini_Miliozzi_Foto LB

Enzo Valentini ( Macerata Bene Comune) David Miliozzi ( Pensare Macerata)

Ottaviani_Foto lB

Paola Ottaviani (Pd)

 

Canesin_Monteverde_Foto LB

Gli assessori Alferio Canesin e Stefania Monteverde

Carancini_Casoni_Foto LB

 

Carancini_Foto LB (4)

 

Casoni_Cardarelli_Foto LB

 

consiglio comunale macerata_Foto LB (1)

Il gruppo Pd

consiglio comunale macerata_Foto LB (2)

Carancini_Foto LB (1)

consiglio comunale macerata_Foto LB (3)

 

Menghi_Foto LB

 

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X