Goffi: “Nbm riparte dall’agricoltura,
a luglio la vendita”

CREDITO - L'amministratore delegato di Nuova Banca Marche, all'inaugurazione della Raci, la manifestazione che vede il ritorno dell''istituto nelle sponsorizzazioni, annuncia la fine dell'emergenza: "I nostri clienti sono rimasti legati, noi sempre riferimento del territorio"
- caricamento letture
Luciano Goffi

Luciano Goffi

di Gabriele Censi

Nuova Banca Marche torna a investire nella promozione del territorio. C’è anche il direttore e Ad Luciano Goffi all’inaugurazione della Raci  (leggi) a testimoniare una svolta che lo stesso amministratore definisce l’uscita dalla crisi. Tempi brevi per la vendita, per Goffi si chiude a luglio e l’emergenza è terminata. Si riparte dall’agricoltura una peculiarità di questa regione? 

E’ un segno che abbiamo voluto dare, non solo nei confronti del comune di Macerata che con tanto impegno ha cercato di far ripartire alla grande questa manifestazione e c’è riuscito, ma anche verso un settore quello dell’agricoltura che riteniamo veramente importante per le Marche e per noi. Abbiamo messo a disposizione un plafond importante di credito per gli operatori agricoli, in relazione al piano di sviluppo rurale appena partito. C’è tanta voglia anche dei giovani imprenditori di ritornare a fare agricoltura di qualità, moderna, orientata verso il mercato e con ottica assolutamente imprenditoriale. Credo sia un dovere ma anche un interesse della banca partecipare a questo processo.

Goffi_Foto LB (2)Da tempo non si sentiva parlare di sponsorizzazioni da parnter di Bm… 

Abbiamo dovuto in questi anni difficili pensare alle emergenze e alle urgenze. Oggi la banca è ripartita con un patrimonio importante, deve fare ancora tanto per tornare a creare valore per tutti ma la nostra intenzione e proprio questa. Il primo valore che creiamo deve essere distribuito sul territorio. Abbiamo come socio unico il Fondo interbancario, la Banca d’Italia ci appoggia in questa direzione.

A che punto è la trattativa per la vendita?

Stiamo andando nella giusta direzione, sono arrivate le offerte e contiamo di chiudere tutto per luglio seppure abbiamo tempo fino a settembre. Speriamo e siamo confidenti di mettere la banca nelle mani di chi vorrà valorizzarla per quello che è: una banca profondamente radicata su questo territorio che ha conservato un legame forte anche durante il periodo di crisi. I clienti ci sono stati vicini, hanno mantenuto il rapporto e ci hanno permesso di rialzare la testa, il minimo che possiamo fare e ritornare verso di loro.

Inaugurazione Raci 2016_Foto LB (14)

Inaugurazione Raci 2016_Foto LB (4)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X