Baby ladro scappa dalla comunità
e ritrova il padre

CIVITANOVA - E' il 13enne sorpreso dai carabinieri a Macerata, la sera di Pasqua, in compagnia di una donna che stava rubando con in braccio il figlio di pochi mesi, all'interno di una abitazione. Il minore è fuggito più volte ed è stato rintracciato in un campo nomadi dove c'era il genitore
- caricamento letture
Foto d'archivio

Foto d’archivio

Minorenne autore di un furto scappa dalla comunità a cui era stato affidato e ritrova il padre. Il giovane, 13 anni, di etnia rom, era stato sorpreso dai carabinieri a Macerata. Era In compagnia di una donna arrestata la sera di Pasqua (leggi l’articolo) e che stava rubando, con in braccio il figlio di pochi mesi, all’interno di un’abitazione (per la 30enne, bosniaca, è disposto ieri dal giudice l’obbligo di dimora a Civitanova, leggi l’articolo). Il giovane, che non aveva apparenti legami di parentela con la donna, era stato affidato ad una comunità di Macerata in attesa di rintracciare i genitori ma è scappato la mattina di Pasquetta. Trovato nel centro maceratese dai militari della Compagnia di Macerata è stato affidato ancora una volta alla struttura dalla quale è fuggito di nuovo. Sono così scattate le ricerche fino a quando, nella serata di ieri, i carabinieri della Compagnia di Macerata e quelli di Civitanova lo hanno individuato in un’area dove sostano camper di nomadi proprio nella città marittima. Con lui anche un uomo che ha dichiarato essere il padre del 13enne. Dopo le necessarie verifiche il minore è stato affidato al genitore.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X