Il dj Nicola Pigini aggredito al ristorante
“Non ho voluto reagire, erano ubriachi”

RECANATI - Il volto della consolle del Mia Club e del Sottovento è stato preso a schiaffi, domenica, mentre si trovava a cena dopo il lavoro. Tre giovani hanno etichettato lui e un suo amico offendendoli, poi lo hanno schiaffeggiato. Non sporgerà denuncia
- caricamento letture
Nicola Pigini, dj del Mia Club e del Sottovento

Nicola Pigini, dj del Mia Club e del Sottovento

 

Si ferma al ristorante con un amico e viene etichettato in malo modo e poi preso a schiaffi. Vittima il noto dj Nicola Pigini, 23 anni, recanatese, impegnato nelle serate del Mia Club di Porto Recanati e del Sottovento di Numana. Domenica aveva terminato la serata a Porto Recanati, Da Giorgio. Erano circa le 3 quando si è fermato con un amico a mangiare qualcosa in un ristorante del Maceratese. «Mi sono seduto al tavolo – racconta Pigini – e tre giovani ragazzi, poco più che ventenni, hanno iniziato ad insultarci. Ci hanno dato dei “froci” . Ho visto che erano ubriachi quindi ho fatto finta di nulla e ho continuato a parlare con il mio amico. Ma uno dei tre si è alzato ed è venuto verso di me. Mi ha dato uno schiaffo poi diceva che dovevo ordinare dei tortellini. Gli ho risposto che li avrei ordinati. E’ tornato al suo tavolo. Poi si è alzato un suo amico e ha proseguito ad importunarci. Diceva che dovevo portare rispetto e ordinare la pasta che mi era stata suggerita. Sono stato fermo e mi ha dato uno schiaffo anche lui. Non ho reagito perché ho visto che erano ubriachi. Conosco il popolo della notte e non sai mai chi ti trovi davanti. Mi è dispiaciuto che dal locale non hanno fatto nulla, dopo il primo ceffone. Solo al secondo è stato detto ai tre di lasciare il locale». Un cameriere si è poi anche scusato. Per il dj, noto alla cronaca per aver realizzato il remix delle fatine Winx dello scorso anno e la canzone di Jovanotti “L’estate addosso”, poi condivisa anche dallo stesso cantante, la vicenda è finita lì. Non ha fatto e non farà nessuna denuncia. Dopo l’accaduto si è voluto sfogare sulla sua pagina Facebook scrivendo sulla bacheca il triste episodio.

Redazione CM



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X