L’albero di Natale non piace,
ironia su Facebook:
“Pare uscito da Starwars”

MACERATA - L'abete vestito con fasci di luci azzurre è criticato dai maceratesi sul web: "Sembrano le scie chimiche". Altri dicono "Sta arrivando l'invasione?". A bocciarlo anche il consigliere Maurizio Mosca
- caricamento letture
albero di natale 2015 piazza libertà foto ap

L’albero di Natale in piazza della Libertà. Foto di Andrea Petinari

 

fotomontaggio albero natale star wars

Il simpatico fotomontaggio di Mirko Canale che paragona le luminarie dell’albero a delle spade laser

Si accende l’albero di Natale in piazza della Libertà (leggi l’articolo) ed esplode l’ironia nelle piazze virtuali. L’abete non piace e i maceratesi si scatenano sul web. E così c’è anche chi su Facebook ha messo un simpatico fotomontaggio accostando una foto dell’abete a quella di due cavalieri jedi (i guerrieri della saga di Guerre stellari) che rende in immagine quello che molti hanno pensato ieri osservando il nuovo albero: i fasci di luce azzurra assomigliano a delle spade laser. Ironico anche il commento del consigliere comunale Maurizio Mosca, che scrive sul suo profilo Facebook: «Dopo attenta osservazione, fatta inoltre da posizione privilegiata (il balcone del municipio, ndr), confermo che l’albero di Natale posizionato nella bellissima piazza della Libertà fa proprio schifo», conclude Mosca, sottolineando con delle emoticon sorridenti l’ironia della frase. «Saranno le scie chimiche?» scrive qualcuno, o forse «ci stiamo preparando a un’invasione?» dice un altro sul social network.

Il post del consigliere comunale Maurizio Mosca

Il post del consigliere comunale Maurizio Mosca

Sono decine i commenti sotto le foto dell’albero illuminato, pubblicate da alcuni maceratesi su Facebook, che non hanno apprezzato la soluzione minimalista scelta quest’anno per addobbare il simbolo del Natale. Critiche simpatiche, a volte spietate, che riaccendono un clima da campagna elettorale, con chi da un lato prova a difendere l’idea e chi, dall’altro, non risparmia niente e nessuno. «La sera è brutto ma il giorno supera qualsiasi aspettativa», si legge in un commento. «Veramente ieri in piazza quelli della Proloco dicevano che l’albero è provvisorio, devono ancora finirlo. Certo che visto così è osceno» scrive un altro. Le decorazioni dell’albero, un abete rosso, che era stato scelto perché metteva a rischio la linea ferroviaria della città, sono state realizzate dagli studenti e dagli insegnanti dell’Ipsia di Macerata. Ma in soli due giorni l’abete appare sempre più secco e spoglio, con la fredda luce azzurra dei festoni che a tratti scompare tra le fronde. Un’immagine che per molti maceratesi più che evocare lo spirito del Natale, appare come un simbolo di decadenza nel cuore della città.

(Fe. Nar.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X